Post

I progetti della Torino che sarà: mobilità e quartieri

Nelle prossime settimane, partiranno tre progetti che cambieranno mobilità e stile di vita dei torinesi e dei turisti che arriveranno.

I media hanno già parlato nei giorni scorsi della prima rotonda sotterranea d'Italia, realizzata nel sottopassaggio del Lingotto per permettere l'incontro tra via Nizza, via Passobuole e lo "svincolo" verso il grattacielo della Regione Piemonte, ancora da terminare, e la Città della Salute, la cui costruzione non è ancora terminata. Ha un diametro di ben 52 metri e la sua copertura, una struttura d'acciaio da 700 tonnellate, sarà caratterizzata da un'ulteriore rotonda in superficie. La riapertura del sottopassaggio è prevista per il 18 settembre 2020.


La rotonda sotterranea, nel sottopassaggio del Lingotto (sin)
L'attuale Piazza Montale, alle Vallette (des)
La riqualificazione di piazza Montale e di piazza Pollarolo, alle Vallette, è il nuovo intervento per il miglioramento delle periferie finanziato da AxTO. Nuova paviment…

Apertura estiva del Forte Bramafam, gioiello militare di Bardonecchia

Il Torino Jazz Festival nel cortile di Combo (e poi a ottobre)

A pranzo da PoDiCiotto, bella piola davanti al Po

E la statua di Ercole è tornata nella sua Fontana, alla Reggia di Venaria

Vittorio Emanuele e le Leggi Siccardi: le firmo, ma all'inferno andate voi

La mobilità dolce in un video, con gli irriverenti Eugenio in via Di Gioia

Nell'appartamento affacciato sul corso, stile nordico, colore e opere d'arte

Nel video di Dorado, Mahmood balla nel Museo Egizio