Post

TorineSÌ: Salvo Anzaldi, il mio sì di emofilico alla Maratona di New York

Salvo Anzaldi, nato a Rivoli (TO), 50 anni,
giornalista e autore del libro Nato per non correre (CasaSirio Editore)
La foto è di Stefano Rogliatti
Sì allo sviluppo, al futuro, agli orizzonti da scoprire; No allo sconosciuto, all'incertezza, alla novità. Se n'è parlato tanto in questi mesi e, guardando le piazze e ascoltando i discorsi, mi è venuto in mente un magico verso di Dante Alighieri, che ha definito l'Italia il Bel Paese dove il sì suona. Mi è sempre piaciuta l'idea di una terra allora divisa in tanti Stati, rivalità e avversioni e unificata dal suo monosillabo più ottimistico, agli albori del volgare. Così è nata l'idea di questa sezione, TorineSÌ, per scoprire quando i torinesi dicono sì, uscendo dalle loro zone comfort, e con quali forze ed energie accettano le sfide di quei sì. Le domande sono uguali per tutti gli intervistati e grazie a tutti i torinesi, nati qui o arrivati per scelta, per le loro risposte.

- Pensa che sia più facile dire sì o no?
È pi…

Andrea Mantegna, maestro del Rinascimento, a Palazzo Madama

Bottom up!, la nuova formula del Festival dell'Architettura

Grandi mostre: Frida Kahlo fotografata da Nickolas Muray, alla Palazzina di Stupinigi

Le due anime del J|Hotel, l'hotel della Juventus, alla Continassa

TorineSÌ: Francesca Martinengo, si esce dalla zona comfort per fame di esperienze

Da Recontemporary, Becoming future mostra i video premiati a Loop Barcelona

Forbes: ecco i sette Musei di Torino da non perdere

Le cinque Architetture Rivelate del 2019, presentate al Museo dell'Automobile