Tre visite tematiche a Villa della Regina

Tre visite tematiche a Villa della Regina con Federico Fontana, direttore dei lavori di restauro che hanno riportato a nuova vita questa residenza sabauda adagiata sulla collina e con vista invidiabile su Torino. Un'occasione speciale per scoprire come sono stati valorizzati non solo l'edificio, ma anche il parco, i giardini, la vigna, i padiglioni barocchi. L'architetto Fontana, spiega il comunicato stampa, "conduce i visitatori alla scoperta dei giardini e del parco focalizzando l’attenzione sugli aspetti peculiari dell'intero complesso: la composizione e il significato simbolico del Teatro delle acque, che si sviluppa dallo spazio semicircolare del Cortile d'onore, o Esedra, fino al Belvedere Superiore; la destinazione agricola di parte del parco della Villa, analizzandone gli usi originari e attuali attraverso curiosità storiche e botaniche; le trasformazioni del complesso avvenute nel corso dell'Ottocento, dopo l'occupazione francese, per arriva

L'arte dei writers colora le saracinesche di San Salvario

L'arte come risposta al degrado e all'insensibilità. Ci hanno provato numerose città, vincendo la sfida, ci prova anche San Salvario, il quartiere multiculturale e multietnico torinese per eccellenza.
Qui, in via Berthollet, numerosi negozianti hanno preso ad esempio il locale DDR, che ha lanciato l'idea e hanno deciso di rispondere a degrado, vandalismo e volgarità chiamando alcuni writers, che hanno cambiato il look delle loro saracinesche in poche ore. Adesso le serrande splendono colorate, con temi etnici, divertenti e d'attualità ed è impossibile passare davanti e resistere alla voglia di scattare una foto, se si è dotati di macchina fotografica; per questo sono diventate un nuovo elemento di attrazione turistica di un quartiere sempre in bilico tra convivenza e intolleranza, aperture e razzismi, locali etnici e negozi tradizionali. Resisteranno? Non resisteranno? Compito di tutti difendere il loro messaggio, raccontato in un bel video pubblicato da repubblica.it, da cui sono stati tratti i due fotogrammi seguenti.



Commenti