I Lunedì Green dei Giardini Reali di Torino: le visite in esclusiva

Per tutta la stagione invernale, i Giardini Reali aprono le loro porte per le visite dei Lunedì Green , riservate ai possessori delle tessere solidali ideate per finanziare la loro manutenzione e la loro promozione e al pubblico. Le tessere sono di durata annuale e di quattro tipologie, dalla più economica Amic* del verde 10 euro alla più cara, Giardinier* del Re , 250 euro, in un crescendo di vantaggi per i loro possessori. Si acquistano al bookshop dei Musei Reali, contattando l'Ufficio Comunicazione e Promozione Museale all’indirizzo mr-to.sostienici@beniculturali.it  o in occasione di eventi promozionali. I Lunedì Green sono curati dallo staff dei Musei Reali e permetteranno di scoprire la storia e le stratificazioni dei Giardini Reali, con visite dedicate ogni volta a un settore specifico, per rivelarne storia, curiosità, botanica, cura, manutenzione. Si terranno alle ore 11 e alle 15 di ogni lunedì, dureranno 60 minuti e sono a prenotazione obbligatoria all'email

Sembra la luna piena, è la Mongolfiera nel cielo notturno di Torino

Se in queste notti di fine luglio siete stati in giro per Torino, passeggiando per piazza Castello, attraversando corso Principe Eugenio (il posto migliore!) o soffermandovi sulla riva destra dei Lungodora, magari l'avrete notata. Sembra una luna piena di mezza estate e invece è la mongolfiera, che da Borgo Dora (più precisamente dal Giardino Cardinale Pellegrino, in piazza Borgo Dora 1), sale nel cielo di Torino, a offrire inediti panorami a 360° della città.
Funziona tutti i giorni, con tempo ovviamente favorevole, si solleva fino a 150 metri, per circa 20 minuti, il biglietto costa 15 euro (tutte le info sul sito ufficiale della Mongolfiera).
Il panorama dall'alto dev'essere imperdibile, soprattutto all'imbrunire e di notte, ma anche la Mongolfiera, vista dal basso, nello skyline notturno del centro, ha il suo fascino, come mostrano queste foto.
Su repubblica.it, c'è una galleria fotografica dedicata ai voli notturni e a Torino vista da lassù.


Commenti