La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

L'Abbonamento Musei Torino Piemonte 2014: i Musei partecipanti, le tariffe e i vantaggi

Da dicembre 2013 è in vendita l'Abbonamento Musei, una carta che garantisce l'ingresso libero in numerosi Musei, castelli, giardini, fortezze e residenze reali in Piemonte; si può entrare liberamente anche a visitare mostre temporanee o collezioni permanenti. Se siete amanti dei Musei, se visitate il Piemonte con un soggiorno lungo, è la carta che fa per voi, per le agevolazione che offre e pe il risparmio che garantisce.
La lista degli spazi culturali presenti nell'Abbonamento, la trovate sul sito ufficiale, qui si segnalano, il Museo Egizio, il Museo del Cinema, il Polo Reale (comprende Palazzo Reale, l'Armeria Reale, la Galleria Sabauda, il Museo Archeologico), Villa della Regina, le Tombe Reali di Casa Savoia della Basilica di Superga, il Museo del Risorgimento, il Museo Civico d'Arte Antica e Palazzo Madama, la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, il Borgo e la Rocca Medievale. Insomma, ci sono i principali Musei cittadini (e in provincia ci sono le più belle delizie reali: i Castelli di Agliè, Stupinigi e Rivoli, la Reggia di Venaria; ecco il link della lista completa in Provincia di Torino).
Oltre agli ingressi liberi in molti spazi culturali piemontesi, ci sono gli ingressi convenzionati nei musei di numerose regioni italiane e in alcuni Musei di Chambery, in Francia (la lista completa, sempre su abbonamentomusei.it).
La carta offre anche un calendario di Visite e itinerari riservati, appuntamenti speciali per scoprire tutta l'offerta della regione, e diversi strumenti di comunicazione, per essere sempre aggiornati sulle proposte culturali del territorio: la rivista quadrimestrale Lettera dei musei, la newsletter quindicinale, la pagina Facebook e il profilo Twitter. La rivista Lettera dei Musei viene recapitata a casa di ogni abbonato a marzo, luglio e novembre e presenta il calendario completo delle mostre programmate dai musei, con approfondimenti sugli eventi più significativi, interviste ai direttori e curatori, suggerimenti per itinerari di visita sul territorio.
L'Abbonamento Musei si presenta quest'anno con diversi tipi di tariffe:
- la tariffa intera è di 49 euro
- la tariffa scontata è di 45 euro
ne hanno diritto i titolari dell'Abbonamento musei 2013 e degli abbonamenti di vari teatri e stagioni musicali, nonché i soci di alcuni enti culturali e i titolari di varie card (la lista completa sul sito).
- la tariffa Senior, per gli over 65, è di 35 euro
- la tariffa Young, per i giovani tra i 15 e i 26 anni, è di 28 euro
- la tariffa Junior, per i bambini tra i 6 e i 14 anni, è di 20 euro.
L'Abbonamento Musei può essere acquistato nell'Ufficio di InfoPiemonte Torino Cultura, in via Garibaldi 2, a Torino; ma siccome in questi giorni ci sono lunghe code, non è molto consigliabile a chi è scarsamente dotato di pazienza. Per cui  è meglio consultare, nel sito web, la lista di musei e punti commerciali che vendono la carta.
abbonamentomusei.it fornisce numerose informazioni, con indirizzi e numeri di telefono, ed è di uso facile e intuitivo. Buone visite nei Musei del Piemonte, nel 2014!


Commenti