Le cupole della chiesa di San Lorenzo e della Moschea di Córdoba, misteri di archi e luce

La chiesa di San Lorenzo custodisce una delle cupole più belle di Torino, la più bella, si potrebbe definire, insieme alla "sorella", la cupola della Cappella della Sindone, non a caso dello stesso architetto, Guarino Guarini. Di lei si sa tutto o quasi da un punto di vista statico, sono meno chiare le influenze culturali, che ispirarono il frate teatino: cosa gli ispirò l'idea di una cupola formata da otto archi intersecantisi, a formare una stella a otto punte e un ottagono su cui impostare la lanterna? Le influenze culturali sono una delle parti più interessanti dell'architettura, che non si limita a metterci un tetto sulla testa, ma è prodotto di idee, tradizioni, contaminazioni e racconta anche il modo di vivere e di pensare, i valori di una società.  La cupola della chiesa di San Lorenzo a Torino (sin), la cupola sul mihrab delal Mezquita di  Córdoba (des) entrambe le foto, da Wikipedia Una delle ispirazioni più chiare di San Lorenzo è la cupola della maqsura

Twitter lancia la #MuseumWeek: i Musei torinesi che vi prenderanno parte

Dal 24 al 30 marzo 2014 gli utenti di Twitter potranno assistere a un curioso esperimento, quasi un balzo in avanti della rete sociale, per sostenere la cultura ovunque si trovi e per diventare il mezzo di collegamento privilegiato, tra i Musei europei e i loro potenziali visitatori e/o collaboratori. L'hashtag da utilizzare in quei giorni sarà #MuseumWeek e metterà direttamente in contatto gli utenti con strutture museali e opere in essi contenute.
Ci saranno anche diverse giornate a tema, per permettere conversazioni più amplie e anche più specialistiche.
La lista dei Musei partecipanti è impressionante.
E da Torino partecipano i più importanti Musei cittadini, che segnalo qui in ordine di apparizione nella lista fornita da Twitter: @gamtorino (Galleria d'Arte Moderna), @rivolicast (Castello di Rivoli), @palazzomadamato (Palazzo Madama), @LaVenariaReale (Reggia di Venaria), @PinAgnelli (Pinacoteca Agnelli), @borgomedievalet (Borgo Medievale), @MuseoArcheoTO (Museo Archeologico); ieri su Twitter ha manifestato l'intenzione di partecipare anche la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, @fondsrr sulla rete sociale, però non risulta ancora nella lista ufficiale. Una lista in cui si trovano alcune delle più importanti realtà museali d'Italia e dell'intera Europa, basti pensare che partecipano i sistemi museali di Roma e di Firenze, e poi, a livello europeo, la Tate Modern Gallery di Londra, i parigini Musei del Louvre e d'Orsay e il Castello di Versailles, i madrileni Musei del Prado, Thyssen e Reina Sofia.
Un hashtag da non perdere per un esperimento unico, che riunirà tutti noi europei, nel nome della cultura e che aiuterà a sentire i Musei non come luoghi distanti, ma come entità che testimoniano la nostra identità comune.
Ed ecco i link utili: la lista italiana dei Musei partecipanti e le liste dei Musei partecipanti nelle varie lingue del social network; entrambe sono in progress.





Commenti