Le cupole della chiesa di San Lorenzo e della Moschea di Córdoba, misteri di archi e luce

La chiesa di San Lorenzo custodisce una delle cupole più belle di Torino, la più bella, si potrebbe definire, insieme alla "sorella", la cupola della Cappella della Sindone, non a caso dello stesso architetto, Guarino Guarini. Di lei si sa tutto o quasi da un punto di vista statico, sono meno chiare le influenze culturali, che ispirarono il frate teatino: cosa gli ispirò l'idea di una cupola formata da otto archi intersecantisi, a formare una stella a otto punte e un ottagono su cui impostare la lanterna? Le influenze culturali sono una delle parti più interessanti dell'architettura, che non si limita a metterci un tetto sulla testa, ma è prodotto di idee, tradizioni, contaminazioni e racconta anche il modo di vivere e di pensare, i valori di una società.  La cupola della chiesa di San Lorenzo a Torino (sin), la cupola sul mihrab delal Mezquita di  Córdoba (des) entrambe le foto, da Wikipedia Una delle ispirazioni più chiare di San Lorenzo è la cupola della maqsura

The color run, la corsa più colorata del mondo, arriva anche a Torino

Segnatevi la data, perché minaccia di essere una delle più divertenti della primavera torinese. Il 10 maggio 2014 sbarcherà anche a Torino The color run, una delle corse più pazze e colorate del mondo, all'insegna della festa e del divertimento.
Come ben spiega il nome, è una corsa colorata: per 5 km i partecipanti correranno non per arrivare primi o vincere il premio al miglior atleta, ma per divertirsi. A ogni km, infatti, ci saranno le zone di colore, in cui i Color Angels li cospargeranno di polveri dai colori vivacissimi, tutte naturali al 100%; si arriverà così al traguardo molto colorati, per dare poi il via a una festa di danza e musica.
Ogni iscritto alla corsa è un color runner, a cui verrà consegnato un race kit, contenente una t-shirt bianca, una fascetta per la fronte, il numero di pettorale, due happy tatoo; una volta giunti al traguardo, i partecipanti riceveranno un sacchetto di polvere colorata. "Il traguardo finale non rappresenta solo la fine della corsa bensì l'inizio di una grande festa all'insegna dei colori, della musica e del divertimento: infatti quando dal palco verrà dato il segnale si assisterà ad un esplosione di colori dove voi sarete gli attori principali, lanciando il vostro sacchetto con la povere colorata verso il cielo" spiega il sito web della manifestazione.
The color run è un must in molte città del mondo. Riuscirà ad affermarsi anche a Torino? Non è difficile immaginare di sì. Se intendete partecipare, tenete sotto controllo la pagina torinese del sito web: al momento si sa solo che la corsa si terrà il 10 maggio al Parco del Valentino, con partenza alle 15; non è ancora noto il percorso, ma le iscrizioni online sono già aperte, non solo per i partecipanti (la quota è di 22,99 euro per gli adulti, 14,99 euro a persona per i team di almeno 4 persone, 11,99 euro per i bambini tra i 9 e i 13 anni e di 3 euro per i bambini fino agli 8 anni), ma anche per i volontari.
Dalla lunga galleria fotografica di thecolorrun.it, un'immagine della gara.


Commenti