La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Il Teatro Regio di Torino presenta la Stagione 2014-15 con un magnifico flash mob

Il Teatro Regio di Torino ha presentato ieri la sua stagione 2014-15: 17 titoli, 7 nuovi allestimenti, apertura il 30 settembre con la Messa da Reuiem di Giuseppe Verdi, inaugurazione, il 14 ottobre, con l'Otello di Giuseppe Verdi e “un considerevole impegno produttivo finalizzato a incrementare il nostro repertorio, secondo una visione a lungo raggio della programmazione futura”. Il Teatro Regio sta conquistando una credibilità internazionale, per qualità delle produzioni e rigore nei bilanci, che intende consolidare in questa nuova stagione.
Potete trovare il programma e il calendario della nuova stagione sul sito web ufficiale del Teatro, così come tutte le info per i biglietti e gli abbonamenti.
Qui vi lascio il video dello splendido flash mob organizzato dal Teatro Regio per presentare la nuova stagione ai torinesi e per dimostrare come l'Opera non sia un qualcosa di estraneo e di lontano dalla vita di tutti i giorni, ma come, anzi, ci circondi per emozioni, sentimenti e capacità di raccontare l'eterno. Non perdetelo, è una Torino quotidiana e fantastica e magari capitassero più spesso sorprese del genere!

Commenti