Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

La festa scaccia-crisi degli editori piemontesi, da Lombroso 16

L'editoria è in grave crisi, lo sappiamo. Al Salone del Libro di Torino, a maggio, sono stati presentati i numeri impietosi: nel 2013 il mercato a valore è calato del 6,2%, nel primo trimestre del 2014 il fatturato delle case editrici è sceso del 5,3%. Tutti dati che spingono al pessimismo, soprattutto pensando che i libri vengono acquistati nelle librerie di catena e online, escludendo, dunque, non solo le librerie indipendenti, che passano dal 35,6 al 34,9% del mercato complessivo, ma anche i piccoli editori indipendenti.

Ed è pensando alle difficoltà delle piccole case editrici, che è nato il progetto Festa dell'Editoria!, che il 17 luglio, alle 17, propone, al Centro Lombroso 16, in via Lombroso 16, un incontro con le giovani case editrici piemontesi. E' un'iniziativa accattivante e curiosa, che punta su tre punti principali:

1 i protagonisti sono gli editori piemontesi, indipendenti e possibilmente giovani
2 ogni editore ha 10 minuti di tempo per raccontare se stesso e il proprio ultimo prodotto
3 ogni editore può partecipare a una sorta di lotteria acquistando una bevanda nella Terrazza 16, il bar sui tetti del Centro; i premi previsti sono scambi di libri, in modo da far girare ulteriormente le produzioni piemontesi.

Oltre all'incontro con i libri e la lettura, anche un momento musicale, che sottolinea il valore aggregativo dell'iniziativa.

Commenti