Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

Turismo in Piemonte: un video sulla via del Po, dal Monviso a Torino

Avete 18 minuti di tempo? Non perdetevi allora questo bel documentario, Dove nasce il Po, curato da Carlo Casalegno e diretto da Vladi Orengo: dal Monviso fino a Torino, seguendo il corso del Po e delle culture che vi sono fiorite intorno.

E' stato girato nel 1961, in occasione del centenario dell'Unità d'Italia e racconta un Piemonte e una Torino che non ci sono più. Volti contadini e montanari, antichi mestieri, architetture dal glorioso passato, luoghi di mercati e di scambi di sapere. Si ascoltano con piacere la voce narrante, il racconto e i ricordi dei locali, le curiosità e spiegazioni degli storici. Si scoprono una Regione e una città perdute, e che però appartengono al proprio bagaglio culturale ed emozionale. E poi, dopo aver ritrovato la Torino che si stava preparando alla grande immigrazione meridionale e alla sua trasformazione in grande metropoli, viene spontaneo pensarlo: e se si facesse di nuovo quel viaggio, dal Pian del Re, alle pendici del Monviso, fino a Torino, passando per Saluzzo e Moncalieri, alla scoperta del Piemonte del XXI secolo e dei suoi racconti? Non è un'idea da sottovalutare.

Il video dal canale di youtube del Consiglio Regionale del Piemonte.

Commenti