Lungo i Sentieri dei Frescanti, gli affreschi e i tesori d'arte più antichi del Roero

Un'estate che non invita i più prudenti ai viaggi all'estero quanto alla (ri)scoperta del proprio territorio. E tra le cose da scoprire alle porte di Torino, ci sono i Sentieri dei Frescanti, che si sviluppano nel Roero e che per tutta l'estate aprono le porte di piccole chiese, cappelle e santuari che punteggiano le colline tra Alba e Asti, a circa un'ora di macchina dal capoluogo piemontese. È un circuito davvero affascinante, che svela la storia millenaria e le culture di un'area famosa per la bellezza del suo paesaggio e la ricchezza della sua enogastronomia. Affreschi nella Cappella di San Servasio a Castellinaldo d'Alba (sin) il Santuario della Madonna di Tavoletto, a Sommariva Perno (des) Mi piace come il comunicato stampa descrive questa ricchezza storica e culturale, un vero affresco di genti: i Sentieri dei Frescanti "si snodano infatti attraverso castelli, chiese cittadine, cappelle campestri, un tempo asilo e protezione per i pellegrini che p

La Electric Run al Parco Dora di Torino, unica tappa italiana

Il Kappa FuturFestival, la Color Run e adesso la Electric Run, il Parco Dora rassicura chi teme non abbia una vocazione non ben definita e un ruolo tutto da inventare. Si sta trasformando nella location prediletta dei grandi eventi musical-sportivi, possibilmente techno e creativi.

La Electric Run è la corsa più luminosa del mondo assicurano gli organizzatori: ad accompagnare i partecipanti lungo il percorso, infatti, ci saranno luci fluorescenti, giochi di luce, musica e divertimento; a Torino, unica tappa italiana, arriverà l'11 ottobre alle 19.30 (ma il Villaggio sarà aperto dalle 14.00 a mezzanotte). Coinvolgerà tutte le aree del Parco, al di qua e al di là di via Livorno; ci saranno sei tappe tematiche, Neffmau5 Land, Electro Rainforest, Rainbow Road, Under The Sea, Sweet Tooth Acres o Candy Land e Power House, ognuna con audio e illuminazione appositamente preparati (Under the sea e Sweet Tooth Acres o Candy Land sono in anteprima europea). In ogni tappa i runners potranno fermarsi a ballare e a cantare: la corsa, evidentemente, non è affatto agonistica, ma è un'ottima scusa per divertirsi e stupire. Ai partecipanti è chiesto di partecipare con look originali e creativi, in linea con le luci e i colori fluo che caratterizzeranno il percorso. La corsa terminerà con il Final Celebration Party, che coinvolgerà adulti e giovanissimi in un ulteriore occasione di divertimento.

Le iscrizioni, sul sito www.electricrun.it, costano 34 euro dai 1001 ai 5000 iscritti (esaurite quelle a 31 euro per i primi 1000 iscritti) e 37 euro oltre i 5000 iscritti; ogni iscritto ha diritto a un kit, che gli verrà consegnato dalle 14.00 alle 17.30 dell'11 ottobre nell'Area Vitali del Parco Dora, sotto il capannone; il kit continee una maglietta electric run reagente ai raggi UV, un paio di occhiali fluroescenti, un braccialetto led a luce pulsante e un pettorale numerico.

La Electric Run , nata negli USA nel 2012, debutta in Italia, con quest'unico evento a Torino, ma è già stata in Inghilterra, Olanda, Francia, Germania, Portogallo, Spagna, Italia, oltre che Australia e Asia.

Dal canale ufficiale di youtube, un video che racconta i colori e il divertimento che offre ai partecipanti.



Commenti