I Lunedì Green dei Giardini Reali di Torino: le visite in esclusiva

Per tutta la stagione invernale, i Giardini Reali aprono le loro porte per le visite dei Lunedì Green , riservate ai possessori delle tessere solidali ideate per finanziare la loro manutenzione e la loro promozione e al pubblico. Le tessere sono di durata annuale e di quattro tipologie, dalla più economica Amic* del verde 10 euro alla più cara, Giardinier* del Re , 250 euro, in un crescendo di vantaggi per i loro possessori. Si acquistano al bookshop dei Musei Reali, contattando l'Ufficio Comunicazione e Promozione Museale all’indirizzo mr-to.sostienici@beniculturali.it  o in occasione di eventi promozionali. I Lunedì Green sono curati dallo staff dei Musei Reali e permetteranno di scoprire la storia e le stratificazioni dei Giardini Reali, con visite dedicate ogni volta a un settore specifico, per rivelarne storia, curiosità, botanica, cura, manutenzione. Si terranno alle ore 11 e alle 15 di ogni lunedì, dureranno 60 minuti e sono a prenotazione obbligatoria all'email

Torino e la Mole, nella lista dei panorami mozzafiato di Traveler

Ci sono torri, campanili, obelischi e campanili. Sono i punti di riferimento costruiti dall'uomo nei panorami cittadini, da cui è possibile avere una vista spettacolare. Nella lista di Traveler, rivista di viaggi del gruppo statunitense Conde Nast (a cui appartiene anche Vanity Fair, per dire), c'è anche la Mole Antonelliana di Torino.

Nel sito web di Traveler, al 5° dei 10 posti della lista, c'è la foto del classico panorama torinese preso dal Monte dei Cappuccini, con tanto di Alpi sullo sfondo e con la Mole Antonelliana che svetta su tutte le costruzioni. "Si vanta di essere il Museo più alto del mondo ed è stata a lungo l'edificio più alto d'Italia; e una volta è stato il più alto edificio in muratura del mondo" scrive il sito web. Che tranquillizza anche i suoi lettori: per arrivare al suo belvedere, nel cosiddetto tempietto, non bisogna salire le scale, c'è un ascensore in vetro (chiuso per manutenzione nei prossimi 40 giorni). E poi, ammirate le Alpi, bisogna esplorare il resto dell'edificio, che ospita il Museo Nazionale del Cinema e "un'ampia collezione di oggetti legati alla storia del cinema".

La lista completa delle città è su www.cntraveler.com


Commenti