Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

#MuseumWeek 2015: sorprese e proposte dalla Reggia di Venaria

Manca poco, pochissimo alla #MuseumWeek, dal 23 al 29 marzo 2015 su Twitter, per permettere ai Musei di ogni dimensione di interagire con il pubblico interessato alla Cultura e alle sue declinazioni. La partecipazione dei Musei italiani inizia a mostrare un certo movimento, rispetto al post del 13 marzo: Roma e Firenze sono salite a ben 7 Musei a testa (modalità ironia on, nel caso si dubiti), Milano è arrivata a 11, Venezia a 6 e Napoli è sempre ferma a 2. Con i suoi 14 Musei nell'area cittadina più 5 nell'hinterland (e meritano tutti una citazione: Castello di Rivoli, Reggia di Venaria Reale, Museo Piemontese dell'Informatica di Moncalieri, Associazione Amici della Fondazione Cavour di Santena, Palazzo Lomellini di Carmagnola), Torino è la città italiana con il maggior numero di Musei partecipanti ed è una delle città europee a maggior numero di partecipanti (meglio di lei solo Parigi con 66, Londra con 47, Madrid con 21, Barcellona con 17, Berlino con 16).

E i Musei torinesi hanno iniziato già da qualche giorno a suscitare la curiosità su Twitter, con fotografie, promesse, rivelazioni. Oggi è scesa in campo la Reggia di Venaria Reale, che in un comunicato stampa ha spiegato come la #MuseumWeek è settimana di lavoro non solo per gli Enti Museali, ma anche per il pubblico! Se dalla Reggia ci mostreranno gli angoli nascosti e inaccessibili alle visite o i documenti inediti della sua costruzione, chiederanno anche la partecipazione e la condivisione dei visitatori, dei loro souvenirs e delle immagini scattate. Non ci credete? Guardate come nel comunicato stampa raccontano il giorno per giorno della #MuseumWeek:

Lunedì 23 marzo #secretsMW
Una giornata esclusiva nella quale condivideremo con voi i luoghi più segreti e nascosti della Reggia di Venaria, quelli che il pubblico non ha mai visitato.
Martedì 24 marzo #souvenirsMW
La Reggia di Venaria raccontata attraverso i suoi souvenir: condividete con noi gli oggetti e le foto che ricordano una vostra visita alla Reggia.
Mercoledì 25 marzo #architectureMW
Assolutamente da non perdere: direttamente dai nostri archivi condivideremo con voi i progetti e bozzetti originali che hanno ispirato lo sviluppo architettonico della Reggia di Venaria.
Giovedì 26 marzo #inspirationMW
La Venaria Reale è un luogo che ispira arte e bellezza: condivideremo con voi le opere che sono state concepite ispirandosi alla Reggia e chiederemo a voi di raccontarci che cosa vi ispirano quegli stessi luoghi.
Venerdì 27 marzo #familyMW
I protagonisti di questa giornata sono le famiglie e le scuole: con la collaborazione dei nostri Servizi Educativi racconteremo i luoghi e le opportunità per vivere la Reggia in modo speciale.
Sabato 28 marzo #favMW
E' la giornata dei "colpi di fulmine": quali sono stati i luoghi più amati dai personaggi più famosi che hanno visitato per la prima volta la Reggia di Venaria? Quali sono stati i vostri? Condivideteli con noi!
Domenica 29 marzo #poseMW
La Reggia di Venaria diventa il set per le vostre foto: immortalatevi in Reggia con le vostre pose e i vostri selfie e condividete lo scatto in rete con i vostri amici e followers.

Viene da prepararsi immediatamente, con la selezione delle foto scattate alla Reggia, con i ricordi lasciati dalle sensazioni a ogni visita. Non ci sono confini e non ci sono limiti geografici, linguistici e culturali nella #MuseumWeek, è questo il bello. Per seguirla, l'hashtag è #MuseumWeek, da aggiungere #ReggiadiVenaria per non perdersi le sorprese in preparazione in Reggia.

Commenti