Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

A Santa Maria Maggiore (VB), Artisti a cielo aperto, come a Montmartre

Se amate l'arte, c'è un bell'evento a Santa Maria Maggiore, nel Verbano Cusio Ossola, per il ponte del 1° maggio. Approfittando della bellezza delle sue Alpi e delle lunghe tradizioni pittoriche dell'area, la cittadina, perla della Valle Vigezzo, propone Montmartre in Valle Vigezzo – Artisti a cielo aperto. Sabato 2 maggio, gli artisti iscritti alla manifestazione, che dovranno essere residenti in Valle Vigezzo o nell'Ossola, scenderanno nel centro storico di Santa Maria Maggiore, con le proprie tele e e cavalletti e, dalle 10.30, avranno tutto il giorno a disposizione per dipingere gli scorci preferiti. Dovranno essere opere realistiche o idealizzate, figurative o astratte, che "riallacciandosi al filone classico della pittura vigezzina, siano legate al tema degli scorci alpini di questo territorio" spiega il comunicato stampa della manifestazione. Le postazioni degli artisti saranno affiancate da mini-laboratori per i bambini, che avranno a disposizione il materiale per mostrare il loro eventuale talento artistico.

Mentre gli artisti lavoreranno alle loro opere, il pubblico potrà passeggiare tra le postazioni, in un insolito itinerario artistico. E non solo. Le atmosfere parigineggianti saranno ricreate anche grazie alla musica, con musicisti che suoneranno la fisarmonica muovendosi tra le vie cittadine. Ma sarà una Montmartre decisamente italiana e alpina: ci saranno infatti numerosi prodotti gastronomici locali, come gli stincheet, le sottili sfoglie di farina e burro d'alpe, prodotto tipico di Santa Maria Maggiore marchiato con la De.Co., con il vin brulé o la cioccolata calda. Per gli appassionati d'arte, anche due visite guidate, una al mattino e una al pomeriggio, nelle sale espositive della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini, che conserva numerose opere d'arte locale.

Il pubblico non sarà solo osservatore, ma anche protagonista, perché potrà votare sia le opere d'arte preferite che le vetrine meglio allestite per la giornata ispirata a Montmartre. E l'artista più votato potrà realizzare una mostra personale nel Centro Culturale Vecchio Municipio di Santa Maria Maggiore.

Le iscrizioni sono aperte fino al 24 aprile 2015 e la partecipazione è gratuita: è sufficiente inviare una e-mail all'indirizzo proloco@comune.santamariamaggiore.vb.it oppure telefonare dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 12.30, al numero 0324 95091 (Ufficio Turismo e Cultura del Comune di Santa Maria Maggiore).

Le foto, dalla pagina Facebook di Santa Maria Maggiore


Commenti