Photocall, la mostra più glamour al Museo Nazionale del Cinema

La mostra più glamour della stagione è al Museo Nazionale del Cinema, si intitola Photocall. Attrici e attori del cinema italiano e rende omaggio non solo ai divi del nostro cinema, ma anche ai loro fotografi, senza i quali, bisogna dirlo, non esisterebbero divismo né popolarità. Fotografie scattate sui set cinematografici, rubate dai paparazzi, fatte sui tappeti rossi dei Festival di tutto il mondo, a incarnare il sogno che il cinema è sempre stato, sin dalla sua nascita. E ci si sente un po' protagonisti all'inizio di questa mostra, quando, sotto la cupola della Mole Antonelliana, c'è un piccolo red carpet pensato per i visitatori, con la gigantografia di alcuni fotografi torinesi che accolgono i visitatori tra flash: ci si muove, ci si gira e ci si sente una star! Poi inizia il percorso espositivo, lungo la sala elicoidale che percorre la cupola. In quattro sezioni, Attrici e attori contemporanei , Dive Pop e Italian Men , Icone della rinascita e Ritratto d'

La mostra Un trono tra le nuvole, per non dimenticare il Tibet

Se amate le culture lontane ed esotiche, non potete perdervi questa mostra, da domani, 11 aprile 2015, e fino al 30 maggio, alla Biblioteca Nazionale di Torino, in piazza Carlo Alberto 3. Un trono tra le nuvole: 1876-1960 la storia moderna del Tibet raccontata attraverso l'autobiografia del XIV Dalai Lama ripercorre gli ultimi 150 anni della storia tibetana, attraverso libri e riviste d'epoca, manufatti originali e parole del Dalai Lama, tratte dall'autobiografia del Dalai Lama, La mia terra, il mio popolo, pubblicata nel 1962.

La mostra utilizza anche materiale appartenente alla Biblioteca Nazionale, dando così il tocco locale a un'esposizione che aspira ad essere itinerante e ad arricchirsi a ogni tappa con elementi nuovi. Organizzata dalla Biblioteca Nazionale, insieme alle associazioni Purple Middle Way e ABNUT (Associazione Amici della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino), l'associazione MAITRI Centro Studi Buddisti e l'Associazione Italia Tibet, propone anche Earth Sutra, un documentario realizzato nel 2014 dallo spagnolo Jordi Carot, in cui si analizzano quattro aspetti fondamentali della cultura tibetana e della sua situazione (la Giustizia Universale, le risorse naturali in Asia, il miglioramento della condizione umana e la sopravvivenza della stessa cultura tibetana).

La mostra è una bella occasione per approfondire la conoscenza di una cultura millenaria, tra le più poetiche e struggenti del nostro pianeta, per conoscere le spedizioni internazionali realizzate nel Tibet, per aggiornarsi sulla situazione dei tibetani costretti all'esilio, per saperne di più sulle difficoltà della difesa di una cultura espressione di un popolo costretto all'esilio o a sopportare una feroce occupazione.

Un trono tra le nuvole, a ingresso libero, potrà essere visitata da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18, sabato dalle 10 alle 13.


Commenti