Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Otto visite guidate gratuite al Parco Dora, per itinerari insoliti, romantici e sportivi

Così giovane, ancora incompiuto, eppure già centro di visite guidate turistico-culturali. Dal 2 giugno al 5 luglio 2015, ci saranno ben otto itinerari guidati al Parco Dora, proposte dall'Associazione Turismopertutti nell'ambito del progetto Sharing,Leaning and Caring Parco Dora, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo e cofinanziato dal Parco Commerciale Dora. Se amate itinerari insoliti, in atmosfere postindustriali, segnatevi le date. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria l'iscrizione, dal sito eventbrite.it, ai link mano a mano indicati.

Il 2 e il 12 giugno, alle ore 19, ci sarà la visita Tramonto a Parco Dora, per apprezzare 'il fascino di un paesaggio sospeso tra passato e futuro nell'ora più magica del giorno... Per inguaribili romantici postmoderni'. Si partirà dalla Torre Monaco, in corso Mortara 41, per raggiungere la terrazza di via Orvieto e di lì scendere nel parco, ammirare i resti dell'insediamento post industriale, con relativi murales, e attraversare via Borgaro, fino alla chiesa del Santo Volto e al giardino acquatico; 'al ritorno esperienze sensoriali e un assaggio di vita operaia'. Iscrizioni su www.eventbrite.it

Il 2 giugno e il 19 giugno, alle ore 19.30, partirà il tour Open-air museum in Parco Dora, che proporrà "una passeggiata tra archeologia industriale e nuove espressioni urbane... Per chiudere la giornata con un brindisi e una vista mozzafiato sulla città"; è un tour pensato per i più giovani, perché sottolinea come la città si sia riappropriata dell'antico insediamento operaio, dandogli una vocazione internazionale, attraverso i murales: "I resti delle antiche acciaierie e fonderie sono supporto dell'arte emergente". Per iscriversi, il link è www.eventbrite.it

La visita del 28 giugno e 5 luglio, alle ore 9.30, ha un titolo suggestivo: La via del Nord. Si tratta di una "passeggiata mattutina nel Parco 'sopra e sotto' la tettoia dello strippaggio, per godere di una visita a 360° su Superga, la collina, il pallone di Borgo Dora, il Parco, il fiume, la Spina 3 e l'arco alpino". La via del Nord è quella che, lasciando Torino, porta a Venaria Reale, ed è occasione di valorizzazione di questo territorio un tempo operaio; l'itinerario si propone di riscoprire il Parco come "nuovo spazio urbano, che dialoga con la natura e che inesorabilmente si accosta ai blocchi di cemento e ai colori sgargianti dei murales". La partenza è da corso Mortara 24, in corrispondenza dell'ingresso al Centro Commerciale SNOS, lato Il Gigante. Iscrizioni su www.eventbrite.it

Maratona al Parco Dora è l'ultimo tour guidato, previsto il 28 giugno e 5 luglio, alle ore 9.50. Come indica il titolo, è dedicata ai più sportivi, perché offre "una domenica mattina alla rincorsa della storia. Inedito percorso podistico attraverso il Parco Dora, in compagnia di una guida turistica, che, tra uno sprint e l'altro, narrerà le vicissitudini dell'area". Si correrà tra stradine nel parco, passerelle sopraelevate, resti industriali; sarà "una corsetta di un'ora con 6 tappe veloci, il tutto racchiuso nel suggestivo panorama dell'arco alpino, della collina di Torino e dei quartieri che circondano il parco Dora". La partenza è dal vecchio ponte Amedeo IX il Beato. Il link per le iscrizioni è www.eventbrite.it

Tutti i percorsi durano circa un paio d'ore, meno Maratona al Parco Dora, che durerà un'ora e un quarto. La partecipazione è gratuita, con un numero massimo di 25 persone per visita. Per maggiori informazioni, comitatoparcodora@comune.torino.it o tel 011 19717688