La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Torino Luxury Experience, un viaggio tra le eccellenze sabaude

Non solo turismo low-cost, per una città che scopre la sua vocazione turistica. A Torino c'è anche la Luxury Experience, un'associazione che riunisce le aziende del lusso torinese e offre a turisti (e residenti) un vero e proprio viaggio nell'eccellenza e nell'eleganza sabaude. C'è una brochure con la lista dei marchi aderenti, divisi in categorie: Art (Arte), Beauty&Spa (Bellezza e benessere), Food&Beverage (Cibo e bevande), Fashion (Moda), Hotel, Jewelry (Gioielleria), Luxury gift (Regali di lusso).

Lo scopo del progetto è chiaro: la prima capitale d'Italia non è solo una città dal ricco patrimonio artistico e storico, ma anche una moderna città dello shopping, con esempi di eccellenza e di qualità che possono diventare ragione d'attrazione turistica. Il modello sono città come Roma o Milano, che hanno nello shopping di qualità una fascinosa capacità di richiamo.

E allora il turista che ama lo shopping, l'eccellenza e la qualità, può scendere al Golden Palace o al Principi di Piemonte, i due alberghi che aderiscono alla Luxury Experience; può scegliere i ristoranti in cui consumare i pasti da una lunga lista, che comprende anche l'Arcadia, in Galleria Subalpina, Del Cambio, il più antico ristorante di Torino, in piazza Carignano, il Porto di Savona, in piazza Vittorio Veneto, o lo Sfashion Café, in piazza Carlo Alberto. E per lo shopping, tra le varie proposte, ci sono anche Marella, per "una donna raffinata, positiva e dinamica", in via Lagrange 19/C, o San Lorenzo, che, con le sue collezioni prêt-à-porter, presenta anche alcuni dei più importanti marchi della moda; chi ama l'enogastronomia ha punti di riferimento anche nella Baita del Formagg, in via Lagrange 36, con prodotti "provenienti dalle tradizioni gastronomiche italiane e straniere", la Casa del Barolo, in via Andrea Doria 7/A, il Pastificio Defilippis, che, in via Lagrange 39, è anche ristorante. Poi ci sono marchi come Prochet, che, in via Pietro Micca 6, "propone a Torino le 'cose belle' per i regali", la gioielleria Fagnola, che, in via Gramschi 15, è stata in passato fornitore ufficiale della Casa Reale italiana, Ermanno Tedeschi Gallery, che, in via Pomba 14, propone "un continuo scambio culturale tra artisti".

La Luxury Experience è dotata di un sito web, in cui le 32 aziende aderenti all'associazione sono presentate con una scheda apposita. Sul sito di Turismo Torino trovate la brochure aggiornata, in .pdf, con una mappa che individua tutte le attività, nel cuore di Torino. Torinesi o turisti, godetevi questa Luxury Experience tra le eccellenze sabaude!