Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Umberto Mastroianni tra coscienza civile e spirito del sacro, a Torino

Fino al 30 settembre 2015, il Museo Diocesano ospita la mostra Umberto Mastroianni tra coscienza civile e spirito del sacro. In una sala dalla luce soffusa, si trovano una cinquantina di opere dell'artista, che ripercorrono la sua carriera e tutte le tappe della sua ricerca artistica, dal 1927 al 1997, l'anno della sua morte. Colpiscono le sculture in bronzo, tra cui spicca una bellissima Madonna con il Bambino, i vetri, gli arazzi, l'uso dei materiali, con splendide pitture su tessuti in iuta. Si mescolano la ricerca religiosa e la passione civile, il sacrificio di Cristo e la violenza di Hiroshima. Convivono le istanze spirituali e le esigenze umane ed è una convivenza che nei giorni dell'Ostensione della Sindone, esattamente sopra il Museo, invita alla riflessione sui dubbi, sulle eterne domande, sull'umana imperfezione. Una mostra che racconta un grande artista italiano e, che, allo stesso tempo, è ricca di humanitas.

Umberto Mastroianni tra coscienza civile e spirito del sacro, aperta fino al 30 settembre 2015, al Museo Diocesano, in piazza San Giovanni, al piano sotterraneo del Duomo, è stata realizzata dallo stesso Museo e dall'Associazione Stars, grazie alla Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino, con il contributo della Fondazione CRT e della Reale Mutua Assicurazioni. Gli orari di visita, sono tutti i giorni, da lunedì a domenica, dalle 9 alle 18.30 fino al 30 giugno; dal 1° luglio al 30 settembre, gli orari sono mercoledì dalle 14 alle 18 e venerdì, sabato, domenica dalle 10 alle 18. Fino al 30 giugno il biglietto intero, comprendente anche la visita al Museo Diocesano e la mostra del Beato Angelico, costa 4 euro, ridotto 3,50 euro, gratuito per i bambini fino a 6 anni e per i possessori della tessera Abbonamento Musei; dal 1° luglio il biglietto torna al suo prezzo tradizionale, 5 euro. Il sito web è www.museodiocesanotorino.it.



Pubblicato su Mostre


Commenti