Le cupole della chiesa di San Lorenzo e della Moschea di Córdoba, misteri di archi e luce

La chiesa di San Lorenzo custodisce una delle cupole più belle di Torino, la più bella, si potrebbe definire, insieme alla "sorella", la cupola della Cappella della Sindone, non a caso dello stesso architetto, Guarino Guarini. Di lei si sa tutto o quasi da un punto di vista statico, sono meno chiare le influenze culturali, che ispirarono il frate teatino: cosa gli ispirò l'idea di una cupola formata da otto archi intersecantisi, a formare una stella a otto punte e un ottagono su cui impostare la lanterna? Le influenze culturali sono una delle parti più interessanti dell'architettura, che non si limita a metterci un tetto sulla testa, ma è prodotto di idee, tradizioni, contaminazioni e racconta anche il modo di vivere e di pensare, i valori di una società.  La cupola della chiesa di San Lorenzo a Torino (sin), la cupola sul mihrab delal Mezquita di  Córdoba (des) entrambe le foto, da Wikipedia Una delle ispirazioni più chiare di San Lorenzo è la cupola della maqsura

Il Gelato Festival a Torino, con gusti speciali, laboratori e una sfida

Inizia oggi, e continuerà per tutto il fine settimana, fino al 14 giugno, la tappa torinese del Gelato Festival, che girerà tutta l'Italia, per approdare poi ad Amsterdam, Londra e Valencia. In piazza Solferino ci saranno le ultime novità nei gusti, le sfide tra maestri gelatieri, un ricco programma di laboratori.

Il miglior gelatiere della tappa torinese verrà scelto dal voto combinato di una giuria tecnica e popolare; i maestri che si presentano alla sfida sono Luigi Mazzocchi con il gusto pistacchio vegan, Cristian Ciacci con manduco, Marco Beltramo con cremino croccante nocciola e crema gianduia, Giovanni Dell’Agnese con fior di panna con biscotto al cioccolato salato, Andrea Saglietti con crema profumata, Giorgio Fumero con pesca ripiena, Leonardo La Porta con yogurth bianco, Nicolò Arietti con crema campagnola, Alessandro Franceschetti con dolciocco. Chi vincerà? La giuria tecnica farà la propria scelta, il pubblico potrà votare solo se dotato della Gelato Card, che costa 5 euro, dà diritto ad assaggiare 5 coppette monogusto, durante il Festival, e può essere acquistata online; il maesto vincitore parteciperà alla finale europea, in programma nella tappa fiorentina del Festival, dall'1 al 4 ottobre 2015. Nella sezione showcooking, in cui si esibiranno i nove maestri gelatieri, ci saranno anche lezioni su gusti particolari come il sushi o il limone e basilico.

Il Festival presenterà anche gusti speciali, come la Nutella, l'Amor, ispirato a una delle versioni dei celebri snack della Pernigotti Amor&Pleasure:, Buontalenti, a base di panna e crema. Poi, in omaggio a Papa Francesco, che sarà a Torino il 21 giugno per visitare la Sacra Sindone, tornerà il gusto del Papa, composto da crema chantilly, salsa al dulce de leche e gianduia.

Gelato Festival è aperto giovedì 11 e domenica 14 dalle 12 alle 22 e venerdì 12 e sabato 13 dalle 12 alle 24; l'ingresso è libero; il sito, per tutte le informazioni, è  www.gelatofestival.it