Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Non solo erbe, la fiera delle piante officinali e aromatiche, nelle Langhe

Nelle Langhe, giugno termina con Non solo erbe, una due giorni tutta dedicata alle erbe officinali e aromatiche, a Sale San Giovanni, in provincia di Cuneo e nei pressi di Ceva. La manifestazione valorizza la coltivazione delle erbe aromatiche, che ha cambiato volto ed economia del piccolo paesino langarolo, diventato il secondo polo di produzione del Piemonte. Non solo sono stati creati nuovi posti di lavoro, ma il paesaggio si è riempito di campi di lavanda, di camomilla, salvia, finocchio, per citare le più note.

Se in questo periodo frequentate le colline delle Langhe meridionali, dove l'aria inizia già a profumare di Liguria e dalle cime nelle giornate più terse si vede il mare, potrete ammirare i campi lilla della lavanda: sembra di essere in Provenza, e invece no. Sono le Langhe e, in particolare, Sale San Giovanni. Non solo erbe si svolge in questo periodo, sempre nell'ultimo finesettimana di giugno, proprio per approfittare della massima fioritura delle piante. Il 29 giugno 2015, il centro storico del paesino ospiterà gli stands per la vendita di piante aromatiche e officinali, prodotti agricoli ed erboristici, tutti provenienti da coltivazioni biologiche. Ma non solo.

Ci saranno anche visite guidate all'Arboreto Prandi (28 giugno, ore 16.30), alla scoperta delle piante officinali (29 giugno, ore 15) e ai monumenti di Sale San Giovanni (29 giugno, ore 15.30). Nella mattinata di domenica 29, si potrà assistere anche al convegno: Le coltivazioni delle piante officinali: quali prospettive? Poi, nel pomeriggio e in serata, spettacoli di musica occitana e anni 70.