Un menù autunnale a filiera cortissima e autoprodotta, la svolta di Affini

Un menù autunnale che è risultato di un progetto bello e ambizioso, pensato avendo l'Agenda 2030 dell'ONU come direzione. Il Gruppo Affini svolta verso il controllo della filiera produttiva, sempre più corta, così da rispondere in modo concreto alle esigenze di sostenibilità, più urgenti da dopo il lockdown. Da Green Pea, dove il suo terzo locale (gli altri due sono a San Salvario ea Porta Palazzo) sta per festeggiare un anno di apertura, Davide Pinto spiega come il periodo di chiusura sia stato utilizzato per lo studio e le sperimentazioni: "Il delivery ci ha annoiato subito, sapevamo che non era la nostra soluzione" ha spiegato. Così, durante la pausa delle attività, insieme al suo team, (l'aromatiere e distillatore Alfedo La Cava e il bar manager Michele Marzella in primis ), si è dedicato alla ricerca di nuovi metodi di produzione, con cui sono arrivate anche nuove collaborazioni. Artigiani Gentili , questo il nome del progetto, ha una parte legata alle

San Salvario Emporium saluta l'estate 2015: artigiani, musica e street food

Il San Salvario Emporium dà il benvenuto all'estate il 28 giugno 2015, dalle 11 alle 20, e torna nella sua sede tradizionale, piazza Madama Cristina, dopo la trasferta alla Casa del Quartiere. Il mercatino dell'artigianato e del design, uno degli appuntamenti torinesi più importanti con l'handmade, propone numerose novità. La più curiosa è lo skatepark: avete presente la rampa dello Skate Park del Parco Dora, dove ogni giorno si sfidano decine di skaters, sotto il capannone dello strippaggio? Sarà trasferito per un giorno in piazza Madama Cristina, dove si terrà anche una gara, con premi. Ci sarà il consueto angolo musicale, la Busker Zone, con vari artisti della scena torinese: Twee, Cristian Ruggero, Francesco Roccati, Keys & Cages, Ellis Dimitri, Alph King, Davide Invena. Infine, ci sarà anche uno spazio per lo street food, che, essendo ormai estate, punterà soprattutto sulla freschezza dei centrifugati e dei gelati.

Protagonisti del San Salvario Emporium, come sempre, però, saranno gli artigiani e gli artisti dell'handmade. Ed è qui che si vede il crescente successo della manifestazione: sono oltre 80 gli espositori, appartenenti a settori sempre più numerosi, come abbigliamento, grafica, gioielleria, vintage, decorazione. Ci sono firme torinesi che non mancano mai, come Isabo' o Rosaspina, la prima con le sue borse e i suoi accessori, la seconda con i suoi capi d'abbigliamento; abiti artigianali anche per Baum Clothing, le ceramiche ispirate ai quattro elementi di Annette Ceramics, abbigliamento, accessori e cappelli di Aigo, illustrazioni, quadri, cartoline e racconti di Silvia Lazzarin, i complementi d'arredo di Incastro Design. C'è tanta creatività torinese e italiana, al San Salvario Emporium. Il sito web, per tutte le informazioni, è www.sansalvarioemporium.com, dalla cui gallery arrivano le immagini del post.