La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

Temporary store dell'handmade torinese di Etsy, alla Casa del Quartiere

Etsy è una delle più grandi piattaforme mondiali per l'e-commerce degli oggetti fatti a mano: vi trovate artigiani, designer, stilisti, knitter, davvero una variegata offerta dell'handmade.

Il 7 giugno 2015, dalle 18.30, alla Casa del Quartiere di San Salvario (via Morgari 14) ci sarà un temporary store di artigiani handmade, in larga parte torinesi, attivi sulla piattaforma. E' una bella occasione per conoscere 'dal vivo' lavori preziosi nell'abbigliamento, nella bigiotteria, nel design: sono oggetti fatti a mano, in edizione limitata e, a volte, pezzi unici. "Non si tratta del solito mercatino, a di un'iniziativa mirata a far conoscere noi e le nostre creazioni" dicono gli organizzatori nella pagina Facebook creata per l'evento. Oltre alla mostra-mercato, ci sarà una pesca buoni sconto, durante la quale verranno estratti biglietti con le varie percentuali di sconto utilizzabili nei negozi online degli artigiani presenti.

Gli artigiani-designer presenti sono:
Artemisya design (https://www.facebook.com/Artemisyadesign),
Artecò Bijoux (https://www.facebook.com/ArtecoBijoux),
Cocode Studio (https://www.etsy.com/it/shop/CoCodeStudio),
Eye Candy Lab (https://www.facebook.com/EyeCandyLab),
A fish on a cloud (https://www.facebook.com/pages/a-fish-on-a-cloud/291139694258885),
Freinch (https://www.etsy.com/it/shop/Freinch),
Lei clothing (https://www.facebook.com/pages/Leï-clothing),
Una cosa piccola (https://www.etsy.com/shop/UnaCosaPiccola),
Key to happiness (https://www.facebook.com/KeyToHappyness),
Lìperlà (https://www.facebook.com/liperla.artevetro).

Se fate un salto sulle pagine web e facebook, vi fate un'idea dei lavori che troverete nel temporary store, un esempio della creatività torinese.


Pubblicato su Cultura varia