Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Sui sentieri della Sacra di San Michele, l'11 luglio 2015

La Sacra di San Michele e il suo monte, il Pirchiriano, sono protagonisti di una giornata, l'11 luglio 2015, che valorizza i territori e le tradizioni locali. Si potrà infatti salire fino all'Abbazia utilizzando la rete di sentieri e di strade, che si inerpicano sul monte Pirchiriano, partendo dai Comuni che lo circondano; una salita ecologica e sportiva, a piedi, in bicicletta, con gli asini o per via ferrata, in modo da conoscere da vicino anche la montagna, i boschi e i loro profumi, gli animali e le rocce.

Una volta arrivati alla Sacra, i Comuni che partecipano alla Giornata offriranno eventi e degustazioni: dalle ore 12 alle ore 14 ci saranno degustazioni di prodotti tipici del territorio e modellaggio della cera d'api naturale per i bambini; dalle ore 14 alle 14.30 ci sarà una passeggiata musicale fino alla Cava D'Andrade; dalle ore 14.30 alle 17, Musica e Cultura alla Cava D'Andrade, con Pietra Sacra, una performance di pietra, musica e parola, e le Storie geologiche e artistiche della Cava, con la storia delle rocce e dell'antico oceano alpino, della flora e della fauna che popolano la montagna ed il racconto della scultura che ha reso le rocce marine opere d’arte. In chiusura, un aperitivo, a cura del Comune Chiusa San Michele.

Le partenze sono previste da Almese (ore 9.00 dal Municipio in Mountain bike), da Avigliana (ore 9.30, Stazione FS lato corso Laghi, in Mountain bike), da Caprie (ore 9.15, Munipio, in piazza Matteotti, a piedi), da Chiusa San Michele (ore 9.45, via Roma di fronte alla chiesa, e ore 10, piazza della Repubblica, in Mountain bike, con gli asini o a piedi), da Coazze (ore 8.30, sede CAI, piazza Cortero di Pampanato, a piedi), da Sant'Ambrogio (ore 8.30, solo su prenotazione e con attrezzatura alpinistica, per la via Ferrata Carlo Giorda, prenotazione obbligatoria tel. 338 2011184 – info@fiepiemonte.it; ore 9.30, parcheggio via Caduti, Stazione FS, in Mountain bike; ore 10, Municipio, con gli asini o a piedi), da Vaie (ore 10, piazza del Priore, in mountain bike).

Tutte le info per iscrizioni e aggiornamenti, in caso di maltempo, su www.meridiani.info.