Lungo i Sentieri dei Frescanti, gli affreschi e i tesori d'arte più antichi del Roero

Un'estate che non invita i più prudenti ai viaggi all'estero quanto alla (ri)scoperta del proprio territorio. E tra le cose da scoprire alle porte di Torino, ci sono i Sentieri dei Frescanti, che si sviluppano nel Roero e che per tutta l'estate aprono le porte di piccole chiese, cappelle e santuari che punteggiano le colline tra Alba e Asti, a circa un'ora di macchina dal capoluogo piemontese. È un circuito davvero affascinante, che svela la storia millenaria e le culture di un'area famosa per la bellezza del suo paesaggio e la ricchezza della sua enogastronomia. Affreschi nella Cappella di San Servasio a Castellinaldo d'Alba (sin) il Santuario della Madonna di Tavoletto, a Sommariva Perno (des) Mi piace come il comunicato stampa descrive questa ricchezza storica e culturale, un vero affresco di genti: i Sentieri dei Frescanti "si snodano infatti attraverso castelli, chiese cittadine, cappelle campestri, un tempo asilo e protezione per i pellegrini che p

5 escursioni da Torino, senza auto

Le Langhe e la Valle Pellice, la salita alla cupola del Santuario di Vicoforte (CN) con Magnificat, le Residenze Sabaude, visitabili adesso con la Royal Card, e la Sacra di San Michele. Sono cinque delle escursioni possibili da Torino, pensate sia per i torinesi in cerca di novità sia per i turisti che visitano la città e vogliono regalarsi una gita nei suoi dintorni. Sono tutte proposte pensate per chi vuole lasciare l'automobile a casa e servirsi dei trasporti pubblici e turistici messi a disposizione fino all'autunno.

Ho scritto l'articolo per il blog di viaggi trippando, di Silvia Ceriegi. Grazie, Silvia, per l'ospitalità e per lo spazio offerto a Torino!