Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

La copertura dell'ultimo tratto del passante ferroviario di Torino

Il lungo cammino per la fine dei lavori sul passante ferroviario aggiunge un nuovo tassello. Qualche giorno fa, la Giunta Comunale ha approvato il progetto preliminare per la copertura del tratto finale, quello che va da piazza Baldissera fino a corso Grosseto.


E' uno dei segmenti più importanti della nuova arteria che sorgerà sulla ferrovia interrata, sarà infatti la porta d'ingresso a Torino dal Nord, il grande viale che porterà dall'aeroporto fino al centro della città. Il progetto prevede la realizzazione di un viale, con due carreggiate centrali e un controviale per ogni senso di marcia, separati da tre filari di alberi. Saranno realizzate una rotonda in piazza Baldissera e una rotonda tra via Breglio, via Lauro Rossi e via Fossata; in entrambi i casi si tratta di soluzioni provvisorie: su piazza Baldissera dovrà inserirsi il nuovo ponte sulla Dora, che verrà costruito per raddoppiare corso Principe Oddone, sulla rotonda di via Breglio verrà realizzato un tratto provvisorio con il raccordo autostradale per l'aeroporto e con corso Grosseto; per la sistemazione definitiva, infatti, bisognerà aspettare la realizzazione della ferrovia Torino-Ceres, costruita sotto corso Grosseto.


Siamo ancora alle fasi iniziali della realizzazione del progetto, dunque, che dovrebbe costare 17 milioni e 700mila euro, in parte finanziate dal Governo.