Un menù autunnale a filiera cortissima e autoprodotta, la svolta di Affini

Un menù autunnale che è risultato di un progetto bello e ambizioso, pensato avendo l'Agenda 2030 dell'ONU come direzione. Il Gruppo Affini svolta verso il controllo della filiera produttiva, sempre più corta, così da rispondere in modo concreto alle esigenze di sostenibilità, più urgenti da dopo il lockdown. Da Green Pea, dove il suo terzo locale (gli altri due sono a San Salvario ea Porta Palazzo) sta per festeggiare un anno di apertura, Davide Pinto spiega come il periodo di chiusura sia stato utilizzato per lo studio e le sperimentazioni: "Il delivery ci ha annoiato subito, sapevamo che non era la nostra soluzione" ha spiegato. Così, durante la pausa delle attività, insieme al suo team, (l'aromatiere e distillatore Alfedo La Cava e il bar manager Michele Marzella in primis ), si è dedicato alla ricerca di nuovi metodi di produzione, con cui sono arrivate anche nuove collaborazioni. Artigiani Gentili , questo il nome del progetto, ha una parte legata alle

La Fiera di Fine Estate al Borgo Medievale: i cavalieri, le musiche, i mercanti

Il Borgo Medievale saluta la bella stagione in un'atmosfera giustamente medievale, con una Fiera di Fine Estate che riporta il pubblico indietro di 600 anni, grazie a un'accurata ricostruzione storica. Come erano le fiere stagionali del XIV o XV secolo? C'erano mercanti, giochi, tornei, processi, erano i giorni di maggiori vitalità delle città, i giorni in cui si scambiavano informazioni e storie, musiche e mercanzie.


Domenica 20 settembre 2015, si potrà rivivere tutto questo nel Borgo Medievale; nel cortile di Avigliana si allestirà la taverna medievale, mentre tutt'intorno, centinaia di figuranti faranno rivivere una processione con lanterne e torce, i duelli, uno sposalizio e gli artigiani produrranno manufatti sulla giornata, usando le tecniche antiche. Nella sala baronale del Borgo, Igor Ferro e il trio Medieval Music eseguiranno brani di repertorio medievale con strumenti originali, per l'intera giornata; nella Caffetteria ci saranno proposte enogastronomiche a tema, dalla crescia medievale ai ghiaccioli realizzati con la menta del Giardino delle Delizie. 

Alla Fiera di Fine Estate partecipano i figuranti di alcune delle più importanti compagnie italiane legate al Medio Evo: Associazione Culturale Speculum Historiae (Torino); Associazione I Credendari del Cerro (Ciriè); Compagnia della Rosa AD 1403 (Mantova); Associazione Culturale Res Gestae (Alessandria); Civitas Alidosiana (Imola); Ordine delle Lame Scaligere (Verona); Leoricus (Parma); Associazione Culturale Compagnia de Tergeste (Trieste); Associazione Septem Custodiae (Trieste); Compagnia dell'Orso Nero (Chieri); Medieval Music (Montanaro – TO).

Il biglietto d'ingresso alla Fiera costa 10 euro, ridotto 6 euro; anche i possessori della Tessera Abbonamento Musei pagheranno 6 euro, gratuito per i bambini fino a 12 anni all’evento. Il biglietto comprende l'ingresso al Borgo, alla Rocca e al giardino, l'animazione e la partecipazione agli spettacoli.