Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

L'Ada Lovelace Day a Torino: incontri, laboratori e il primo aperitivo GGD

Se siete ragazze (di ogni età) e amate la tecnologia, dovete segnarvi in agenda l'Ada Lovelace Day, una tre giorni che celebra la matematica britannica Ada Lovelace ed è organizzata dal Museo Piemontese dell'Informatica (strada Carignano 40, Moncalieri; il sito web è www.mupin.it). Ada Lovelace, unica figlia legittima di Lord Byron, è considerata la prima programmatrice della storia: figlia di un'appassionata di matematica, fu anch'essa una studiosa e fu la prima a creare un algoritmo che venisse poi elaborato da una macchina. Quest'anno si celebrano i 200 anni dalla sua nascita e per ricordare il suo contributo allo sviluppo dei computer, dal 15 al 18 ottobre 2015 a Torino ci saranno una serie di eventi, che mescolano spettacolo, laboratori, tavole rotonde, incontri.

Il 15 ottobre, alle ore 21, al Teatro Vittoria, in via Gramsci 4, andrà in scena Ada Byron Lovelace: la fata matematica, spettacolo di Valeria Patera, con Galatea Ranzi e Gianluigi Fogacci. Qui info e prenotazioni.

Il 16 ottobre, alle ore 15, all'Accademia delle Scienze, in via Maria Vittoria 3, ci sarà la tavola rotonda Donne e ICT: dalle manager alle giovani promesse, in cui manager ed esperte, tra loro, Azzurra Ragone di Google, Floriana Ferrara di IBM e Francesca Tosi di Intel, discuteranno dei rapporti tra le donne e le nuove tecnologie. Alle ore 19, al Blah Blah di via Po 21, un aperitivo informale con le relatrici della tavola rotonda permetterà nuovi incontri e nuovi approfondimenti. Qui info e prenotazioni.

Il 17 ottobre, giornata conclusiva dell'Ada Lovelace Day, sarà dedicato ai giovanissimi: dalle ore 14.30 alle 17.30, il CoderDojo Torino organizzerà attività per bambini e ragazzi, per far conoscere loro Ada Lovelace e le altre grandi donne dell'informatica, iniziandoli alle tematiche del settore; ci saranno anche laboratori di robotica per i più piccoli (dai 5 agli 8 anni), e, per i genitori, interventi di Libre Italia e del CSIG su temi come i social media, il ciberbullismo, gli open document. A concludere la manifestazione, alle ore 19, da Blah Blah, l'aperitivo GDD, organizzato dal gruppo delle Girl Geek Dinners, che promuove cene e incontri per donne appassionate di tecnologia, internet e nuovi media. L'aperitivo costa 20 euro, i posti sono limitati e i biglietti si comprano su eventbrite; possono iscriversi solo donne, ma ogni iscritta può portare un'accompagnatrice o un accompagnatore, dunque, anche gli uomini sono benvenuti.

Tutte le info per l'Ada Lovelace Day sono su findingada.it; per l'aperitivo GDD sono invece su girlgeekdinnerstorino.com.