50 anni di FUORI! e lotte LGTB, in mostra al Polo del '900

Per celebrare i 50 anni dalla nascita del primo movimento per i diritti delle persone omosessuali, FUORI!, il Polo del '900 e il Museo Diffuso della Resistenza (corso Valdocco 4a) hanno preparato la mostra FUORI! 1971 – 2021. 50 anni dalla fondazione del primo movimento omosessuale in Italia , che potrà essere visitata dal 23 settembre al 24 ottobre 2021 (orario martedì-domenica, ore 10-18, ingresso gratuito). Il percorso espositivo ripercorre le tappe salienti e indaga i protagonisti del FUORI!, lungo il decennio 1971-1981, in cui movimento e rivista convissero; emerge, forte, la figura del suo fondatore Angelo Pezzana, presidente della Fondazione Penna/FUORI!, ispiratore dello spirito del Fuori!. Vari focus e approfondimenti fotografano il contesto storico-sociale prima della nascita del movimento italiano, con un ampio spazio alla rete di relazioni con il mondo dell'arte e della letteratura internazionale che Pezzana seppe tessere, avendo come base la libreria Hellas di Tori

Quando nel Parco del Valentino c'era la patinoire

Arriva la stagione fredda e presto Torino si riempirà di piste per pattinare sul ghiaccio: la più famosa è da tempo in piazza Carlo Alberto, ma ce ne sono anche sparse in vari centri commerciali. Ai torinesi, è evidente, piace pattinare sul ghiaccio. La tradizione risale addirittura al XIX secolo.

Patinoire al Parco Valentino Patinoire al Parco Valentino
Le foto da wikipedia e da museotorino.it

E' stato nel 1872 che la Città si è dotata della sua prima pista sul ghiaccio, la prima patinoire, costruita al Parco del Valentino, nei pressi dell'odierna area di Torino Esposizioni. Era una patinoire stagionale, utilizzabile solo d'inverno (il resto dell'anno era un grande prato); nel 1886 ci fu anche un Festival del ghiaccio, a testimoniare quanto il pattinaggio sul ghiaccio fosse entrato nel cuore dei torinesi. Nel 1900, venne data una maggiore stabilità alla destinazione dell'area, con la costruzione di un lago, trasformato in pista ghiacciata d'inverno e in un elemento decorativo durante la bella stagione. I successivi accordi tra la Società dei Pattinatori, che aveva voluto la pista di ghiaccio sin dall'inizio, e la Società Ginnastica, fecero sì che sul lago si alternassero non solo le stagioni, ma anche pattinatori e atleti. La predilezione per il pattinaggio sul ghiaccio permise anche l'introduzione di uno degli sport invernali più popolari, l'hockey su ghiaccio: nel 1911, a Torino, al Valentino, si tenne la prima partita ufficiale italiana di questo sport, tra la squadra del Circolo Pattinatori del Valentino e il Lione.

Il laghetto venne prosciugato nel 1933, mentre l'intera area fu trasformata nel 1958, con la costruzione del complesso di Torino Esposizioni: Italia 61 era alle porte e al Valentino non c'era più spazio per i pattinatori. Ma il flirt di Torino con questo sport non è finito, lo testimoniano non solo le patinoires dei nostri inverni, ma anche il successo delle gare durante le Olimpiadi Invernali del 2006 e il tutto esaurito che registrano le manifestazioni anche non competitive, con le star del pattinaggio artistico e di figura.


Pubblicato su Torino com'era