La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Luoghi Comuni inaugura la Residenza Temporanea di San Salvario

Il 3 dicembre 2015, alle ore 18.30, verrà inaugurata la Residenza Temporanea San Salvario, la seconda del progetto Luoghi Comuni, avviato e finanziato dalla Compagnia di San Paolo, per rispondere alla domanda abitativa di chi si trova in difficoltà temporanea. E' un progetto rivolto soprattutto a famiglie mono e biparentali, single, studenti o lavoratori in trasferta.


La prima residenza di Luoghi Comuni si trova a Porta Palazzo ed è in funzione già da tempo, dotata anche di attività commerciali e culturali. La seconda si trova a San Salvario, in via San Pio V, a pochi passi dalla Sinagoga, in un edificio ottocentesco che è stato opportunamente ristrutturato, per ricavarne 24 appartamenti. Il restauro, spiegano dalla Compagnia di San Paolo "non solo ha valorizzato le parti più interessanti dell'edificio (ad esempio le decorazioni in gesso e il disegno del fregio che inquadrano la facciata storica o il grande terrazzo ricoperto da un glicine rigoglioso e secolare), ma ha riguardato anche gli interni". I 24 appartamenti, tutti arredati, sono già abitati.

Il programma dell'inaugurazione è il seguente, a partire dalle ore 18.30:

Svelamento 
Il pubblico sosta su via San Pio V davanti alla facciata e un crescendo di luci architettoniche e musiche, composte appositamente per l'occasione, accompagneranno lo svelamento della facciata.
Taglio del nastro

La Corte
I 3 piani interni della Residenza si animeranno attraverso esibizioni musicali dal vivo , azioni coreutiche e circensi; ogni azione viene accompagnata da illuminazione ad hoc.

Gli Appartamenti
Il pubblico sarà accolto dall'abitante con modalità differenti e secondo le peculiarità di ognuno, utilizzando differenti modi per raccontare il loro abitare nella Residenza Temporanea San Salvario : letture, canti, voci registrate, musica .... in ogni appartamento verranno offerti cibi e bevande

Gli altri spazi
Il pubblico verrà invitato a visitare gli altri locali della Residenza Temporanea: la cucina, salone dei giochi della scuola d'infanzia, refettorio della scuola d'infanzia, salone dei giochi della scuola d'infanzia 1° piano. Anche all'interno di questi spazi il pubblico potrà gustare cibi e bevande e la permanenza sarà accompagnata da esibizioni/performance artistiche.


Commenti