Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

Ponte dell'Immacolata con l'International Street Food Parade, al Parco Dora

Visto lo straordinario successo dell'edizione estiva, a giugno, To Business Agency Street Food & Beverage ci riprova e presenta a Torino la versione invernale dell'International Street Food Parade. La location è sempre la stessa, il Parco Dora, sotto il capannone che fu dello strippaggio, che permette di rimanere al riparo dalle eventuali piogge; la data è il Ponte dell'Immacolata, dal 4 all'8 dicembre 2015. Ben cinque giorni di street-food, con un'ottantina di truck food e stand, provenienti da tutta l'Italia e anche dall'estero. Ci saranno, ancora una volta, le migliori proposte del cibo di strada italiano, dalle miasse del Canavese, piadine di polenta cotte sui ferri arroventati e farcite poi con prodotti locali come il salam di patata o il salignun, agli arancini siciliani; dalle focacce umbre, farcite con prosciutto norcino o salame di cinghiale, all'emiliano gnocco fritto.


Saranno presenti anche stand e truck food che proporranno lo street food di altri Paesi, per un vero e proprio giro del mondo, che stavolta farà anche tappa nel Tibet. "La cucina tipica tibetana fa ampio uso di orzo e carni, soprattutto di Yak, montone e capra e poco uso di verdure. I piatti più caratteristici riflettono la storia di questa regione, la sua formazione geografica, la cultura e i bisogni nutrizionali del popolo tibetano" spiegano da To Business Agency Street Food & Beverage. E al Parco Dora ci sarà l'occasione per provarla. Ampio spazio anche per la cucina senza glutine e per la cucina vegana, così da accontentare tutti i gusti e tutte le esigenze.

E non solo. La Street Food Parade entra nel clima natalizio di Torino e propone anche spettacoli e attività tematiche: ci saranno un Villaggio di Natale, spettacoli circensi, artisti di strada, musica e dj set.

Per le informazioni e gli aggiornamenti, non vi perdete la pagina di Facebook dedicata all'evento, da cui sono tratte le foto dell'articolo.


Commenti