Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Scopri le strade del Canavese, progetto turistico per tablet e smartphone

Canavese è adesso un acronimo: Cultura e tradizione, Arte e architettura, Natura, Anfiteatro morenico, Vivi il canavese, Enogastronomia, Sport, Ecologia. Bello, vero? E' la nuova immagine che questa storica area a Nord di Torino, ricca di storia, arte e cultura, vuole dare di sé. E per cambiare il senso dell'accoglienza che vuole offrire a turisti e visitatori, lancia un progetto studiato per tablet e smartphone, Scopri le strade del Canavese.


Il punto di partenza sono le aree di servizio di Viverone Nord e Scarmagno Est, praticamente le porte geografiche di ingresso al Canavese. Qui, utilizzando il wi-fi gratuito presente, e dopo l'autenticazione, ci si potrà collegare automaticamente a una pagina web, una landing page dedicata al Canavese, attraverso la quale si potrà cliccare la sezione di proprio interesse: Territorio, Storia, Eventi, Itinerari, Collaborazioni.

In questo modo i turisti avranno a disposizione tutti gli strumenti per potersi muovere nel Canavese, secondo le proprie esigenze, potendo creare itinerari propri e soddisfacendo i propri interessi. Ogni sezione, infatti, è dotata di foto, mappe interattiva, uscite autostradali migliori, suggerimenti per ulteriori approfondimenti. Le mappe sono dotate di numerose informazioni, con le indicazioni di strade per auto, bici, cavallo, passeggiate e, addirittura, con i tempi di percorrenza per ogni opzione.

Il progetto è nato grazie alla collaborazione tra Ativa, la società che gestisce l'autostrada Torino-Aosta, che attraversa il Canavese, Turismo Torino e Provincia, Confindustria Canavese e Città di Ivrea.


Commenti