A pranzo da Piada Tosta, ambiente dinamico, insalate leggere e saporite

Una giornata calda di fine maggio e un pranzo con la sorella, da fare al volo. Siamo nella zona di riferimento della sorella e quindi è lei che guida e decide dove andare a mangiare, finiamo così da Piada Tosta, che mi piace e mi convince sin dal ciao. In via Sant'Antonio da Padova 14/b, il locale è piccolo, ma accattivante, propone lunghi tavoli con sgabelli, tavolini da 4 e anche da 2; tutto parla di green e di riciclo. La decorazione, così come i contenitori delle bottigliette dei condimenti, per esempio, sono realizzati con i tubi di cartone che contenevano i lucidi dei progetti, arrivati dalla precedente vita del proprietario, un ingegnere che ha deciso di voltare pagina; in alto, una bicicletta appesa al soffitto, fa pensare a uno stile di vita sostenibile; le tasche posteriori dei jeans sono diventate tanti quadri che coprono allegramente una parete. L'ambiente introduce alla filosofia dei piatti, con ingredienti stagionali, ben abbinati e di qualità. Nella stagione f

Alla Certosa 1515, una mostra omaggio a Collodi e al Pinocchio di Tallone Editore

La Certosa 1515, sulla strada che da Avigliana (TO) porta alla Sacra di San Michele, proporrà da domani, 5 dicembre 2015, fino al 20, una mostra dedicata alla pubblicazione de Le avventure di Pinocchio nell'edizione curata dall'Editore Tallone (visitate il suo sito web, www.talloneeditore.com, per scoprire la sua storia straordinaria).


"Il nuovo Pinocchio, fedele all’edizione del 1883 (l'unica che con certezza fu corretta e approvata dall'autore), è un testo interamente composto a mano con 420.000 caratteri sbalzati a mano su punzone, che ha richiesto circa 12 mesi di lavoro per realizzare le oltre 300 pagine del libro. L'opera è prodotta in 7 tirature, sei delle quali su carte di altissimo pregio artigianale prodotte a Pescia, di cui Collodi, luogo origine dell'autore, è frazione. Il carattere scelto per la stampa è il Garamond della fonderia Deberny et Peignot inciso a mano da Henri Parmentier nel 1910, in omaggio ad Aldo Manuzio, a cui Claude Garamond si ispirò nell'incidere i propri caratteri. In aggiunta alle 77 celebri illustrazioni di Carlo Chiostri, la nuova edizione è arricchita da disegni e incisioni ispirati a diversi episodi della fiaba realizzati da artisti contemporanei, tra cui Fulvio Testa, Luigi Stoisa, Stefano Faravelli, Ezio Gribaudo e Gianfranco Schialvino" spiega il comunicato stampa della Certosa 1515. E bastano questi dati per comprendere quanto sia preziosa questa nuova edizione di Le Avventure di Pinocchio.

La mostra, infatti, oltre a rendere omaggio a Collodi, che considera la cultura essenziale per essere autonomi e capaci di giudizio, vuole far conoscere il lavoro straordinario di Alberto Tallone Editore, "un'eccellenza del territorio che opera a pochi chilometri dalla Certosa, coniugando dimensione locale e respiro internazionale" (la sede dell'editore è ad Alpignano). Quello della casa editrice piemontese è "un mestiere raro e poco conosciuto nella sua complessità, in cui storia, artigianalità, passione e cura per la filologia del testo si uniscono da generazioni per dare vita a vere e proprie opere d'arte su carta".

La mostra sarà aperta dal 5 al 20 dicembre 2015 alla Certosa 1515, in via Sacra di San Michele 51, ad Avigliana (TO); l'inaugurazione è prevista per il 5 dicembre alle ore 17.30; l'orario di visita è sabato ore 14.30-17.00, domenica e festivi ore 9.30-12.00 e 14.30-17.00, in settimana su prenotazione. Il sito web della Certosa 1515 è www.certosa1515.org.


Commenti