Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

A lezione di intaglio del legno, nella Valle Vigezzo

A Santa Maria Maggiore (VB), nella Valle Vigezzo, è attiva l'ultima Scuola di Belle Arti dell'arco alpino, la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini. E non è l'unica chicca piemontese.

Il 30 gennaio 2016, il maestro legnamaro Franco Amodei inizierà un corso, che continuerà tutti i sabati fino al 10 aprile 2016, per insegnare l'antica arte dell'intaglio del legno. Se siete appassionati delle tecniche artigianali, questa è un'occasione davvero unica per avvicinarvi a un'arte a rischio scomparsa: Amodei è l'ultimo grande testimone dell'intaglio del legno.


Apprendere le tecniche dell'intaglio sarà un po' come entrare nella storia delle valli alpine: l'arte dell'intaglio del legno ha origini antichissime, risalenti addirittura al XII secolo. E da allora si è mantenuta intatta fino al secolo scorso. "Fino agli anni Cinquanta a salvare dalla fame molte famiglie furono, infatti, i mestieri legati alla lavorazione del legno: dal boscaiolo (mestiere che si praticava da aprile a novembre) al commerciante di legname, dal falegname al maestro legnamaro che contribuì con la sua arte ad impreziosire chiese e dimore signorili con altari, crocifissi e mobili scolpiti di straordinaria bellezza" spiega il comunicato stampa del corso tenuto da Amodei.

Non solo lezioni di tecniche artigianali, dunque, ma anche approfondimento di conoscenza di un'identità culturale.

Le lezioni si terranno tutti i sabati dalle 14 alle 18, nella Scuola di Belle Arti, in via Rossetti Valentini 1, a Santa Maria Maggiore. Il costo complessivo del corso è di 200 euro, che comprende anche i materiali grezzi, gli attrezzi e gli strumenti; per le iscrizioni il numero di telefono è 336 236151, l'email scuolarossettivalentini@gmail.com.


Commenti