La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

Mozart Nacht und Tag 2016: il programma della non stop mozartiana

Il 27 gennaio 1756 nacque a Salisburgo Wolfgang Amadeus Mozart e da otto anni, per celebrare la sua nascita, a Torino c'è un bel Festival non stop, organizzato dall'Associazione Baretti con numerose realtà culturali di Torino e del Piemonte, il Mozart Nacht und Tag. Quest'anno si svolgerà il 23 e 24 gennaio 2016, in un weekend che più musicale non si può: oltre al Festival mozartiano ci sarà infatti Adotta un pianista.

Mozart Nacht und Tag VIII vanta numeri impressionanti: saranno oltre 50 ore di musica non stop, in oltre 90 appuntamenti musicali con solisti, ensemble, cori, orchestre e proiezioni cinematografiche, dalle ore 10 di sabato 23 fino al concerto conclusivo della serata di domenica 24 gennaio. Ad aprire la manifestazione sarà il pianista Michal Michalski della Karol Lipiński Academy of Music di Wrocław, che si esibirà all'Auditorium Vivaldi, in piazza Carlo Alberto 5/A con alcune sonate di Fryderyk Chopin, nell'ambito della contemporanea manifestazione Adotta un pianista. La maratona musicale lascerà l'Auditorium Vivaldi per approdare al Castello del Valentino, in viale Mattioli 39, alle ore 14.30; alle ore 15 sarà il turno di Piatino Pianoforti, in via Botticelli 26, dove l'omaggio a Mozart inizierà con la Sonata per pianoforte in do maggiore K 330 eseguita da Francesco Mazzonetto, e di Luoghi comuni, in via San Pio V 11, dove il chitarrista Daniele Calucci si esibirà per primo, con musiche di Paganini e Sor. Ci si sposterà poi al Circolo dei Lettori, dove, alle ore 17, le musiche di Antonio Salieri apriranno la lunga maratona di via Bogino.

Al Cinemateatro Baretti, in via Baretti 4, la non stop di Mozart inizierà alle ore 14.45 con il pianista Lorenzo Piraino e proseguirà per 24 ore, avendo in programma non solo musica, ma anche la proiezione del film Noi tre di Pupi Avati, con Lino Capolicchio, Gianni Cavina, Carlo Delle Piane, alle ore 24, e del Don Giovanni di Peter Brook alle ore 1.45. Al Tempio Valdese, in corso Vittorio Emanuele II 23, i concerti inizieranno alle ore 14.50, con la Missa brevis in do maggiore K 259, con il Coro Valdese di Torino. Nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo Apostoli, in piazza Saluzzo, l'omaggio inizierà alle ore 15 e alla Casa del Quartiere di San Salvario, in via Morgandi 14, alle ore 15.30.

Appuntamento finale, al Conservatorio Giuseppe Verdi, in piazza Bodoni, il 24 gennaio alle ore 21, con il Rondò per flauto e orchestra in re maggiore K 373, che aprirà un programma che prevede anche "L'amerò, sarò costante" da Il re pastore, "Ach ich fühl’s" da Il flauto magico, Ch'io mi scordi di te K 505, Sinfonia in do maggiore K 425 "Linz".

Il programma completo, sede per sede, con orari e concerti, su www.cineteatrobaretti.it.


Commenti