Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

M'illumino di meno in Piemonte: le iniziative e le proposte

Il 19 febbraio 2016, in tutta Italia si celebrerà M'illumino di meno, la giornata lanciata da Caterpillar, storico programma di RadioDue, per sensibilizzare sul consumo energetico e sulla mobilità sostenibile, e diventata ormai una tradizione in tutto il Paese. Siamo abituati a vedere l'illuminazione dei nostri monumenti abbassarsi, dalle ore 18 del 19 febbraio 2016, per invitarci a stare attenti all'uso che facciamo dell'energia elettrica. E anche quest'anno non mancano le iniziative in Piemonte. Ve ne segnalo alcune, che mi hanno segnalato, e che sono interessanti anche da un punto di vista turistico.

Andiamo a Santa Maria Maggiore, nella Val Vigezzo (VB), e qui il 19 febbraio 2016, alle ore 18 sarà inaugurata una mostra dedicata alla mobilità slow, in particolare alla Ferrovia Vigezzina-Centovalli, diventata un simbolo del trasporto sostenibile tra Italia e Svizzera. Si intitola E' arrivato un treno carico di... biciclette! E sarà aperta per tutto il weekend, fino al 21 febbraio, nelle sale del Centro Culturale Vecchio Municipio di piazza Risorgimento. In serata ci sarà una cena al buio, nel vero senso della parola: i commensali verranno aiutati ad abituarsi al buio e poi verranno dotati di mascherine per iniziare un'esperienza unica: indovinare e riconoscere i sapori e gli ingredienti del menù. Sarà ancora il buio protagonista di sabato 20 febbraio: l'Associazione delle Guide Escursionistiche Ambientali dell'Ossola, con il Comune di Santa Maria Maggiore, proporranno una passeggiata serale lontano dalle luci cittadine, per osservare il cielo e riconoscere le stelle, con la guida di un esperto astrofilo. Tutte le info, sul weekend sostenibile vigezzino su www.santamariamaggiore.info.

Nel Pinerolese, il Castello di Miradolo aderirà a M'illumino di meno con una serie di belle iniziative; chi arriverà al Castello in bicicletta potrà entrare gratuitamente alla mostra Caravaggio e il suo tempo, aperta eccezionalmente dalle ore 12 alle ore 19. Solo il 19 febbraio sarà possibile entrare nel Parco in bicicletta e lasciarla davanti al Castello. In serata, le luci della mostra si spegneranno simbolicamente per un minuto allo scoccare di ogni ora, con un duplice scopo: si ricorderà ai visitatori l'importanza del risparmio energetico e, allo stesso tempo, si offrirà un'occasione unica per godere della musica che accompagna la visita della mostra di Caravaggio. M'illumino di meno al Castello di Miradolo, a San Secondo di Pinerolo, durerà dalle ore 12 alle ore 19; come già scritto, chi arriverà in bicicletta avrà il biglietto alla mostra in omaggio, per gli altri, il biglietto costa 10 euro, ridotto 8 euro, gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei e per i minori di 6 anni. Gli orari di apertura, negli altri giorni, sono giovedì-venerdì ore 14-18, sabato-lunedì 10-18.30; chiuso martedì e mercoledì.

Post in progress!


Commenti