Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Alla Pinacoteca Agnelli, la scoperta di se stessi attraverso l'arte

L'arte come fonte di benessere psicofisico oltre che di cultura? Alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, in via Nizza 230/103 (al Lingotto), tre appuntamenti invitano a considerare le opere d'arte come punto di partenza per scoprire le proprie emozioni e il proprio benessere interiore. Il numero di partecipanti a ogni incontro è dodici; ogni incontro costa il prezzo del biglietto alla Pinacoteca (intero 8 euro, ridotto 7 euro, gratuito per Abbonamento Musei) più 5 euro. Le prenotazioni vanno effettuate all'email gruppi@pinacoteca-agnelli.it o al numero di telefono 011 0062152.

Se siete curiosi, questo il calendario degli incontri:

15 marzo 2016, ore 13
Mi rilasso con l'arte
Nella pausa pranzo, si dedicherà tempo a se stesso e si rifletterà sulla dimensione del tempo, sulla velocità e sul ritmo tramite il dipinto Velocità astratta di Giacomo Balla; davanti ai dipinti di Bernardo Bellotto ci si fermerà per connettersi al proprio tempo interno. Si vuole favorire un momento di benessere personale che porterà a una ripresa delle normali attività della seconda parte della giornata con serenità.

23 marzo e 7 aprile 2016, ore 16.30
Un percorso tra arte ed emozione
Dopo aver visitato la Pinacoteca, il partecipante potrà individuare il dipinto che preferisce, quello che più lo chiama e lo invita a fermarsi, per sviluppare un percorso di espressione, nel qui e ora, dei sentimenti e delle emozioni evocate e suscitate dalla bellezza dell’opera scelta. La condivisione in gruppo favorirà un momento di scambio collettivo prezioso.

31 marzo e 5 aprile 2016, ore 16.30
Alla scoperta della propria bellezza segreta
Grazie ad alcune opere scelte, si susciterà un'esperienza verso l'interno di sé, ci si avvicinerà alla parte più autentica di se stessi, passando da ciò che si vede a ciò che non si vede e facendo esperienza di ciò che si guarda. Grazie al contatto con l'arte i partecipanti possono vivere un’esperienza interiore di grande valore, con spazi di condivisione e momenti di registrazione su carta del proprio sentire.


Commenti