Le cupole della chiesa di San Lorenzo e della Moschea di Córdoba, misteri di archi e luce

La chiesa di San Lorenzo custodisce una delle cupole più belle di Torino, la più bella, si potrebbe definire, insieme alla "sorella", la cupola della Cappella della Sindone, non a caso dello stesso architetto, Guarino Guarini. Di lei si sa tutto o quasi da un punto di vista statico, sono meno chiare le influenze culturali, che ispirarono il frate teatino: cosa gli ispirò l'idea di una cupola formata da otto archi intersecantisi, a formare una stella a otto punte e un ottagono su cui impostare la lanterna? Le influenze culturali sono una delle parti più interessanti dell'architettura, che non si limita a metterci un tetto sulla testa, ma è prodotto di idee, tradizioni, contaminazioni e racconta anche il modo di vivere e di pensare, i valori di una società.  La cupola della chiesa di San Lorenzo a Torino (sin), la cupola sul mihrab delal Mezquita di  Córdoba (des) entrambe le foto, da Wikipedia Una delle ispirazioni più chiare di San Lorenzo è la cupola della maqsura

Arriva la #MuseumWeek: tutti gli hashtag del 2016

Per il terzo anno consecutivo, torna su Twitter la Museum Week. L'edizione 2016 si terrà da lunedì 28 marzo a domenica 3 aprile e coinvolgerà Musei di tutto il mondo. Rotta su Torino è nato e cresciuto con la Museum Week. Alla sua prima edizione, il blog aveva poche settimane e pochi ingressi al giorno e la Museum Week coinvolgeva solo i Musei di Francia, Italia, UK, Spagna (e l'italiano fu subito la lingua più parlata dopo l'inglese e Palazzo Madama di Torino fu, a sorpresa, uno dei Musei più influenti dell'iniziativa). Poi, nel 2015, la #MuseumWeek si è allargata a tutta l'Europa e ha iniziato a dare qualche timido passo in Latinoamérica e in Asia. Per quest'edizione, invece, la partecipazione sarà globale, con Musei da tutte le Americhe, dall'Europa, dall'Asia e dall'Australia. Basta guardare il sito web ufficiale dell'iniziativa, ormai tradotto in tutte le lingue più importanti.



Anche quest'anno ci sarà un tema che farà da filo-conduttore in ogni giornata e darà l'hashtag del giorno. Il 28 marzo 2016, l'hashtag sarà #secretsMW e servirà per raccontare il dietro le quinte dei Musei; il 29 marzo, uno dei temi più intriganti, #peopleMW: chi sono le persone che hanno 'fatto' il Museo? I fondatori, i sostenitori, ma anche lo staff attuale, che mantiene vivo il Museo tutti i giorni, studia e accoglie il pubblico. #architectureMW sarà l'argomento del giorno del 30 marzo 2016 e non ha bisogno di molte spiegazioni: non solo il Museo, ma il suo contenitore e il suo contesto, per scoprire come dialogano. Il 31 marzo si parlerà di #heritageMW: qual è il legato culturale del Museo, sia tangibile o intangibile, quale la sua varietà di saperi da scoprire per i visitatori off e online. Venerdì 1° aprile servirà per guardare al futuro, scoprire i progetti più innovativi, gli obiettivi istituzionali, la ricerca, le iniziative future dei Musei e l'hashtag di riferimento sarà #futureMW. Con #zoomMW, il 2 aprile scopriremo aneddoti e dettagli, curiosità e punti di vista inediti sulle collezioni conservate dai Musei. La settimana si concluderà il 3 aprile con #loveMW, che servirà per promuovere le attrazioni più belle e più amate di ogni Museo, siano spazi, collezioni, viste, non ci sono limiti per l'amore.

E il bello è che, come sempre su Twitter, anche gli utenti parteciperanno attivamente alla Museum Week, ritwittando i contenuti e condividendo impressioni, esperienze, immagini. Visiti gli argomenti proposti, ci si aspetta una grande partecipazione dai Musei torinesi: tutti avranno molto da dire, ma come resistere a #peopleMW o ad #architectureMW e #heritageMW? Non c'è Museo torinese che possa considerarsi estraneo alla chiamata, per tutto quello che potrebbe raccontare su ognuno di questi argomenti. Inutile dire che li si aspetta con la curiosità di sempre.


Commenti