Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

A Lagnasco è festa con Fruttinfiore 2016

A Lagnasco (CN), con la primavera arriva la 14° edizione di Fruttinfiore, che dall'8 al 10 aprile 2016, celebra la produzione locale della frutta, a partire dalle amatissime mele rosse. Una produzione che porta con sé non solo eccellenze e varietà, ma anche cultura e sapere.


E a Fruttinfiore si respirerà tutto questo nel mercatino, che proporrà le eccellenze enogastronomiche e artigianali della provincia di Cuneo, nei laboratori studiati per i più piccoli, nei Convegni per gli operatori del settore, ma aperti anche al pubblico, nella passeggiata Camminata tra i frutteti in fiore. E non solo. Nel Salone delle Tecnologie Applicate all'Ortofrutticoltura, si potranno vedere da vicino i migliori prodotti di strumentazione tecnologica (ingresso gratuito, venerdì ore 14-20, sabato e domenica ore 9-20), nei Castelli di Lagnasco ci sarà la consegna del Premio Fruttinfiore, che andrà a una personalità che si è particolarmente distinta nella promozione della produzione locale (venerdì, ore 19). I Castelli saranno tra i protagonisti collaterali della manifestazione: saranno infatti possibili visite a pagamento e si potranno visitare i giardini, appositamente illuminati per Fruttinfiore. Nelle sale del Castello, Fruttimostra presenterà le più importanti varietà di mele del Saluzzese e un'esposizione di prosciutti locali, curata dal Consorzio di Tutela e Promozione del Prosciutto Crudo di Cuneo. Mele e prosciutti insieme, per un originale connubio tutto da scoprire (venerdì ore 18.20, sabato ore 9-12 e 14-23, domenica ore 9-20).

La manifestazione è occasione per conoscere da vicino le eccellenze culturali del territorio, dunque. Il mercatino di via Roma e via Tapparelli presenterà le migliori produzioni enogastronomiche della Provincia di Cuneo, come già detto, e darà spazio anche agli editori del territorio, che, nel Villaggio dell'Editoria, presenteranno i loro libri, in particolare quelli legati all'ambiente e alla frutticoltura locale.

In piazza Umberto I, negli spazi di Fruttinpiazza, una delle novità di questa edizione, ci saranno non solo spettacoli musicali, laboratori e presentazioni di libri, ma anche The Cheese Storyteller, tre appuntamenti sensoriali, che guideranno il pubblico attraverso la scoperta delle produzioni locali, con assaggi e incontri con i produttori.

Il programma e tutte le info su Fruttinfiore 2016, sul sito ufficiale www.fruttinfiore.it


Commenti