Da youtube, il video di Kirsten Dirsen sulla Pra di Brëc di QOS Studio, a Locana

Kirsten Dirsen è tornata nelle valli alpine torinesi, alla scoperta di antichi edifici di montagna rinati a nuova vita. Dopo la Baita di Studioata , presenta nel suo canale di youtube (1,7 milioni di iscritti!) un bel progetto di ristrutturazione, realizzato a Locana, a poche decine di km da Torino. Qui la famiglia Laboroi ha voluto trasformare l'antica casa-fienile, che appartiene loro da ben quattro generazioni, in una casa per le vacanze, chiamata Pra di Brëc. Il progetto è stato affidato all'astigiano QOS Studio. Come spiega a Kirsten Davide Querio, geometra dello studio, l'edificio è stato liberato dall'intonaco aggiunto qualche decennio fa, per lasciare a vista i bei muri in pietra. Una scelta che ha restituito identità all'intera struttura: nel video si mostra il "prima" e "dopo" e si può apprezzare quanto la casa fosse stata resa anonima dall'intonaco e quanto invece adesso abbia una personalità coerente con il paesaggio circosta

Torino che legge celebra San Jordi: il ricco programma di eventi

La prossima settimana, da lunedì 18 a domenica 24 aprile 2016, Torino anticiperà il Salone del Libro, con numerose iniziative in favore della lettura. E' il progetto Torino che legge, realizzato dalla Città con la collaborazione delle Circoscrizioni, delle Biblioteche Civiche, del Forum del Libero e con il sostegno di Lancia di FCA e di Intesa Sanpaolo. Si leggerà, si incontreranno gli autori, si celebreranno anniversari anche nelle periferie e questa è probabilmente la parte più bella di Torino che Legge.

Per questa seconda edizione del progetto i numeri sono impressionanti: saranno coinvolti 1 biblioteche, 52 librerie, 60 scuole, case del quartiere, 40 fra enti, fondazioni, associazioni e circoli, metropolitana, tram storico, piazze e giardini. Tra i must in programma, martedì 19 aprile, Claudio Magris, alle ore 18, nell'Aula Magna della Cavallerizza Reale (via Verdi 8), e Bianca Pitzorno, alle ore 21, nella Libreria Il Ponte sulla Dora (via Pisa 46); il 23 aprile, alle ore 10, ci sarà Marcello Fois nella sala conferenze dell'Oratorio di San Filippo Neri (via Maria Vittoria 5). Non passerà inosservato il 400° anniversario dalla morte di Miguel de Cervantes e di William Shakespeare, e ci saranno omaggi a Guido Gozzano e a Piero Gobetti; Natalia Ginzburg sarà ricordata con la passeggiata letteraria gratuita del 23 aprile (ritrovo alle ore 10.30, alla Biblioteca civica Natalia Ginzburg, in via Lombroso 16, prenotazione all'email passeggiateletterarie@gmail.com).

Il momento più atteso sarà Una rosa di libri. Portici di carta per San Jordi, che il 23 aprile gemellerà ancora una volta Torino e Barcellona. Come saprete, il 23 aprile è la festa di San Giorgio, patrono della Catalogna, e la tradizione locale vuole che gli uomini regalino una rosa alle donne e queste un libro agli uomini; con il tempo la giornata è diventata una vera e propria festa del libro in tutta la Spagna, il periodo di vendite più alte per le librerie. A Torino, la festa del libro sarà in piazza San Carlo e nell'Oratorio di San Filippo Neri, mentre sotto i portici i librai offriranno una rosa a chi acquisterà un libro alle loro bancarelle. Anche alla Biblioteca Civica Centrale (via della Cittadella 5) verrà offerta una rosa alle donne che effettueranno un prestito di libri. A completare la giornata di festa, i flashmob di Sant Jordi degli studenti del Liceo Germana Erba del Teatro Nuovo di Torino, e letture sul tram storico e in metropolitana.

Il programma, ricchissimo di eventi in ogni quartiere di Torino, è su www.torinochelegge.it; potete scaricarlo anche in versione pdf.


Commenti