La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Al via la progettazione della SFM5 di Torino

Progetto entro l'anno e inizio dei lavori nei primi mesi del 2017. Sono i tempi annunciati dal Sistema Ferroviario Metropolitano per la linea 5, che collegherà Chivasso con Orbassano, avendo come nuove fermate, nel segmento meridionale del percorso, l'Ospedale San Luigi di Orbassano, il Centro Commerciale Le Gru di Grugliasco e la stazione di San Paolo, nell'omonimo quartiere di Torino. La linea 5 dovrebbe collegare Porta Susa all'Ospedale di San Luigi in 20 minuti e a Le Gru in 15 minuti. Nella parte settentrionale, le fermate saranno Porta Susa, Rebaudengo, Stura, Settimo (e quando verrà finalmente realizzata la stazione sotterranea, anche Stazione Dora).

Rendering della SFM5 di Torino

Tutte le fermate, spiega SFM, "avranno soluzioni architettoniche unitarie, per gli imbocchi dei tunnel, i fabbricati e le opere d’arte, permettendo di conseguire un'identità architettonica comune". Saranno inoltre realizzate in modo da facilitare l'interscambio con il trasporto pubblico di superficie; nei pressi della Stazione di San Luigi-Orbassano sarà costruito un parcheggio da 400 posti, per facilitare l'interscambio tra il trasporto privato e quello pubblico, e aree di parcheggio di diversa superficie saranno costruiti vicino alle altre fermate.

Secondo SFM, "tutte le soluzioni proposte permettono una riqualificazione di aree 'residuali', critica dal punto di vista idrogeologica nel caso di San Luigi- Orbassano; tra i primi interventi che saranno attuati vi è la messa in sicurezza idraulica dell'area, che si integrerà con altri progetti in corso di predisposizione a cura del Comune di Orbassano e della Regione Piemonte". Saranno anche rafforzate le aree verdi, con alberi e arbusti.

La copertura finanziaria dovrebbe essere garantita dal Contratto di Programma Investimenti MIT-RFI, che "finanzia la progettazione definitiva e la conseguente realizzazione della linea SFM5" e "dalla modifica dell'Accordo di Programma 'per l'attuazione delle opere infrastrutturali necessarie all'attivazione della futura linea del sistema ferroviario metropolitano, denominata SFM5 (Orbassano - Torino Stura - Chivasso)'".

Da Orbassano, poi, la linea 5 dovrebbe dirigersi verso la collina di Rivoli, ma non ci sono ancora tempi per la progettazione e per ora, aspettiamo di vedere realizzato questo tratto urbano, che collegherà uno dei principali ospedali della cintura torinese alla città, attraversandola fino a Stura.

Tutte le info dalla pagina Facebook di SFM Torino


Commenti