Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

Le eccellenze vivaistiche e gli eventi di Flor

Il prossimo weekend, dal 20 al 22 maggio 2016, via Carlo Alberto sarà di nuovo un tripudio di piante e di colori, grazie a Flor. La mostra mercato, presenterà le eccellenze vivaistiche piemontesi e nazionali, con oltre un centinaio di espositori provenienti da tutte le regioni. Ci saranno gli agrumi siciliani e le piante alpine, i rampicanti e le bouganville, si potranno scoprire piante rare e insolite, tropicali e acquatiche. Ma non solo: gli stand offriranno anche un'ampia panoramica sulla decorazione e l'arredamento dei giardini, sui libri e i prodotti naturali legati alle piante, ai giardini e all'ambiente.


Se via Carlo Alberto ospiterà gli stand e sarà una sorta di vivaio cittadino, il cortile dell'adiacente Palazzo Cisterna sarà lo spazio culturale di Flor 2016. Qui, infatti, ci saranno eventi, mostre, incontri.

Tre le mostre da segnalare: Primavera a Tunisi, che racconta, attraverso le immagini scattate da Rosita Ferrato, il fascino del Paese nordafricano e i cambiamenti che sta affrontando, unico uscito con qualche speranza di democrazia dalla stagione delle Primavere Arabe; La storia della rosa. Dalle botaniche alle moderne, che, attraverso numerosi esemplari racconta la storia e l'evoluzione delle rose, spesso anche grazie all'intervento dell'uomo; La carica delle 101 mente, che offre un excursus davvero interessante tra ben 101 tipi di mente provenienti da tutto il mondo, comprese la piperita rossa di Pancalieri, una delle più pregiate, e la menta marocchina, utilizzata dai nordafricani per preparare il loro celebre tè.

Il 21 maggio, dalle ore 10.30 alle ore 17.30, Ortomobile presenterà le coltivazioni in cassetta realizzate dalle scuole di Torino. Il 21 alle ore 11.30 e il 22 alle ore 15 verrà presentata la Guida dei Paesaggi Landscapesa, con una mappa di giardini, paesaggi e itinerari curiosi del nostro territorio, con notizie e indicazioni su come raggiungerli e con la possibilità di ulteriori approfondimenti attraverso l'utilizzo di un QR code. Ancora sabato 21, alle ore 18, verrà presentato il libro Il Vermouth di Torino, a cura di Fulvio Piccinino, che racconta la storia e i produttori di una delle eccellenze enogastronomiche torinesi, con una panoramica sui principali cocktail, che lo hanno tra i suoi ingredienti.

Non mancherà l'intrattenimento per i più piccoli: in uno stand posto davanti alla Libreria Bodoni in via Carlo Alberto 41 ci sarà uno spazio relax in cui i bambini potranno colorare, ritagliare e costruire origami con immagini della natura e degli insetti impollinatori.

Tutte le info su programma e stand su www.orticolapiemonte.it.


Commenti