Photocall, la mostra più glamour al Museo Nazionale del Cinema

La mostra più glamour della stagione è al Museo Nazionale del Cinema, si intitola Photocall. Attrici e attori del cinema italiano e rende omaggio non solo ai divi del nostro cinema, ma anche ai loro fotografi, senza i quali, bisogna dirlo, non esisterebbero divismo né popolarità. Fotografie scattate sui set cinematografici, rubate dai paparazzi, fatte sui tappeti rossi dei Festival di tutto il mondo, a incarnare il sogno che il cinema è sempre stato, sin dalla sua nascita. E ci si sente un po' protagonisti all'inizio di questa mostra, quando, sotto la cupola della Mole Antonelliana, c'è un piccolo red carpet pensato per i visitatori, con la gigantografia di alcuni fotografi torinesi che accolgono i visitatori tra flash: ci si muove, ci si gira e ci si sente una star! Poi inizia il percorso espositivo, lungo la sala elicoidale che percorre la cupola. In quattro sezioni, Attrici e attori contemporanei , Dive Pop e Italian Men , Icone della rinascita e Ritratto d'

Ed Atkins, da settembre al Castello di Rivoli e alla Fondazione Sandretto

Doppio evento dell'arte contemporanea nel settembre torinese, tra il Castello di Rivoli e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Protagonista, l'artista britannico Ed Atkins, noto soprattutto per i suoi video e i suoi versi. Entrambe le mostre sono curate dalla direttrice del Castello di Rivoli Carolyn Christov-Bakargiev (con Marianna Vecellio al Castello e con Irene Calderoni alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo).

Castello di Rivoli Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

"La retrospettiva, allestita in cinque sale al terzo piano del Castello, si sviluppa come un allestimento olistico mediante una disposizione innovativa di opere che coniugano in un indistinto narrativo immagini, spazio, suono, linguaggio e colore e fanno vivere al visitatore un'esperienza immersiva, ipnotica e iperreale" spiega il comunicato stampa che annuncia la personale di Atkins "La mostra intende soffermarsi sulla combinazione tra fisicità e assenza che trova riscontro nella dimensione fantasmagorica del luogo espositivo: un antico castello 'sotto incantesimo', forse abitato da fantasmi, espressione di un'intangibilità materiale che l'artista sembra riscontrare nella realtà prodotta dall'alta definizione e dalla cultura digitale."

Alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, ci sarà il lavoro più recente di Atkins, Save Conduct, "un'installazione video a tre canali le cui immagini riprendono i filmati degli aeroporti che illustrano ai viaggiatori le procedure da seguire per passare i controlli di sicurezza. Oltre all'installazione video, Atkins presenterà una serie di nuovi lavori grafici collegati all'opera Safe Conduct. Alla Fondazione Sandretto, aggiunge Christov-Bakargiev, 'il protagonista dà corpo allo stato d’ansia che caratterizza la nostra epoca di paure e vulnerabilità e al contempo di eccessi di controlli negli spazi pubblici che, sebbene abbiano la finalità di garantire la nostra sicurezza, finiscono con il ledere la nostra privacy. Il confine sempre più labile tra ciò che sembra reale e ciò che lo è davvero è uno dei temi trattati dall'artista, nonché un tratto distintivo della società digitale, in cui tutto è mediato'."

La doppia mostra sarà aperta al pubblico dal 27 settembre 2016 al 29 gennaio 2017, con inaugurazione il 26 settembre 2016, alle ore 19 alla fondazione Sandretto Re Rebaudengo (via Modane 16) e alle ore 20 al Castello di Rivoli (piazza Mafalda di Savoia, Rivoli, TO).


Commenti