Incontri da non perdere, al Festival del Classico

Libertà e Schiavitù è il tema del Festival del Classico, a Torino dal 2 al 5 dicembre 2021, al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, e in diverse altre sedi sparse per la città. Alla sua quarta edizione, la manifestazione, che usa il pensiero degli antichi per analizzare i fenomeni del presente, offrirà oltre 40 incontri "tra lezioni magistrali, letture, dialoghi, dispute dialettiche e seminari, per riflettere su antiche e nuove disuguaglianze, per mettere a confronto le libertà degli antichi e dei moderni, per dare voce ai classici" anticipa il comunicato stampa. Consideriamo la schiavitù una realtà del mondo antico, quando gli sconfitti diventavano schiavi dei vincitori, quando i padroni avevano potere di vita e di morte sui propri schiavi, avendo il potere di venderli al miglior offerente o di regalare loro la libertà. "La schiavitù nel mondo occidentale è sempre esistita? È ancora presente, al giorno d'oggi, sotto nuove forme? Qual è il risultato della globalizz

Natale con i fiocchi 2016: le novità e le proposte

La nuova Amministrazione cittadina, guidata dal sindaco Chiara Appendino, ha cambiato la gestione del Natale con i fiocchi, il programma di eventi per le festività di fine anno, e ha lanciato un bando per affidare l'intera organizzazione a un solo ente. Il vincitore è la Confederazione Artigiani di Torino e Provincia (CAT). Quale la proposta? Il comunicato stampa diffuso da Palazzo di Città lo racconta così: "Sono previsti mercatini legati alla tradizione natalizia, cori e concerti, eventi multiculturali e intrattenimenti sportivi in tutti i quartieri, con una distribuzione pressoché capillare. Borgo Dora ospiterà il mercatino di Natale, com'è tradizione, al cortile del Maglio, in piazza Borgo Dora e nel parcheggio antistante, mentre mercatini tematici saranno organizzati nelle piazze Statuto, Santa Rita, nelle vie Buozzi e Amendola e in corso Marconi. Piste di pattinaggio su ghiaccio, oltre a casette natalizie, in piazza Carlo Alberto e al Parco Dora.

Sotto il profilo dell'offerta culturale sono in programma concerti di musica sacra all'interno delle chiese di Santa Rita, di Santa Famiglia di Nazareth (in viale dei Mughetti), nella parrocchia di San Giovanni Maria Vianney (in via Giulio Gianelli), nella basilica del Santo Volto, in via Valdellatorre e nella chiesa di San Lorenzo (in via Palazzo di Città angolo piazza Castello).

Cori natalizi saranno intonati al Giardino Cavallotti (strada Altessano angolo corso Toscana), in piazza Carlo Alberto, presso il Giardino Nenni in corso Tazzoli e poi in corso Marconi e in piazza Statuto.

Saranno 33 i momenti dedicati ai più piccoli: con marching-band, spettacoli di magia, lettura di favole, animazione teatrale, burattini, laboratori ludici e scrittura di lettere a Babbo Natale. Tra i luoghi dedicati ai bambini le piazze Risorgimento, Carlo Alberto, Santa Rita, Solferino, Montale, Dante Livio Bianco, Abba, i parchi Ruffini, Paradiso in viale Vittime della Shoah e alla Tesoriera. Intrattenimenti anche in prossimità del Palaghiaccio in corso Tazzoli, in piazzale Duca d'Aosta, nei parchi del Valentino, della Pellerina, in via Roma, in via dei Pioppi, in corso Marconi, in via Livorno, in via Plava angolo corso Unione Sovietica, in corso Corsica, nel giardino Madre Teresa di Calcutta, nel cortile del Maglio e lungo la Spina Reale.

Inoltre sono in programma iniziative dedicate alla multiculturalità in piazza Crispi, al Parco Peccei e negli spazi ex Incet, allo Spazio 211 e in circoli culturali. Per lo sport i torinesi saranno coinvolti in manifestazioni legate a regate sul Po, in corse di Babbi Natale e in una maratona delle Befane. E' infine in calendario una sfida di hockey tra Babbi Natale e Befane sulla pista del ghiaccio di piazza Carlo Alberto".

Il programma sembra intenso e variegato, attento a tutto il territorio cittadino. Torneremo a parlarne non appena saranno noti i dettagli.


Commenti