La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

Festa per il primo compleanno della Pescheria Gallina

Compie un anno la scommessa della Pescheria Gallina, che, lasciato lo storico Banco n.2 nel Mercato del Pesce di Porta Palazzo, si è trasferita a poca distanza, davanti al mercato dei contadini, (l'indirizzo esatto è piazza della Repubblica 14/b). Con il trasloco, Beppe Gallina ha anche trasformato la formula dell'attività familiare: non più soltanto vendita di pesce fresco e rigorosamente italiano, ma anche un piccolo ristorante, che serve piatti a base di pesce fresco, cucinati al momento, e che prepara gustosi panini, da consumare nel delizioso dehors che si affaccia tra le architetture juvarriane e i colori del mercato dei contadini. La formula ha incontrato i favori del pubblico, il ristorante è diventato un punto di riferimento cittadino per gli amanti del pesce e adesso, un anno dopo, arriva la festa per il primo compleanno.


Il 23 ottobre 2016, dalle ore 18 alle ore 23, la serata propone polpo e patate, con focaccia e un bicchiere di ferghettina per 10 euro, poi musica e spettacolo. Se poi volete conoscere la cucina di Beppe Gallina e del suo staff, la Pescheria propone tutti i giovedì sera un menù fisso a 35 euro, con prenotazione obbligatoria al numero di telefono 011 5213424.

Dal 2003, la Pescheria è parte del progetto Maestri del Gusto della provincia di Torino, che riconosce le eccellenze territoriali. Il merito è della cura dei prodotti, perché, come dice Beppe Gallina nel sito web della sua pescheria, "la triglia di Oneglia (Imperia) sarà sempre più fresca di quella di Mazara, le sogliole e le capesante pescate al confine tra Trieste e l'Istria sono sicuramente più saporite di quelle olandesi"; nella filosofia di Gallina, la tutela del mare è fondamentale, per questo promuove una pesca sostenibile e rispettosa del mare, il che significa avere sul banco prodotti di stagione, per favorire la riproduzione della specie, per questo paga e applica il giusto prezzo, per favorire la qualità del prodotto e la sua sostenibilità, combatte la pesca abusiva e, cosa da non sottovalutare, "consiglia spesso ai clienti di provare pesci meno 'alla moda' ma non per questo meno gustosi". Come resistere a tanta passione e come non augurare alla Pescheria Gallina un buon complanno e non congratularsi per il successo della nuova formula adottata con il trasloco?

Se volete sapere tutto su Pescheria Gallina il sito web è www.pescheriagallina.com, sulla pagina Facebook, curata personalmente da Beppe Gallina, curiosità e aggiornamenti a getto continuo.


Commenti