La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

Dolci Terre di Novi 2016, la vetrina delle eccellenze del Novese

Una delle belle alternative che il Piemonte offre per il Ponte dell'8 dicembre è Dolci Terre di Novi, tradizionale rassegna enogastronomica che mette in vetrina le eccellenze del Novese.


A Novi Ligure (AL), nel Centro Fieristico di viale dei Campionissimi, Dolci Terre propone oltre cento bancarelle, con formaggi e salumi, vini e distillati, dolci e prodotti della terra, dai Presidi Slow Food ai prodotti a Denominazione Comunale. Da provare la focaccia novese, preparata dall'Associazione Panificatori del Novese con farine di grani locali, i piatti di ravioli, tajarin e ravioli da passeggio, che potrete trovare nelle bancarelle dei pastifici, i piatti regionali a cura dello chef Davide Ghezzi. Grande spazio anche per le eccellenze più famose del Novese, legate al cioccolato e la sua produzione, con la Novi, Elha e Dufur; nell'Enoteca ci saranno i vini del territorio, con la delegazione di Alessandria della F.I.S.A.R e con la partecipazione del Consorzio Tutela del Gavi; tra i vini presenti, i vincitori del Premio Marengo Doc, concorso enologico organizzato dalla Camera di Commercio in collaborazione con la Provincia di Alessandria.

E non solo. Anche quest'anno si potranno ritirare le Ceste Dolci Terre, con i prodotti del paniere del Distretto del Novese, che andranno prenotate entro il 5 dicembre; su www.distrettonovese.it trovate le composizioni delle ceste, una bella idea regalo per un Natale tutto made in Piemonte.

Dolci Terre è anche una bella occasione per conoscere Novi Ligure e il ricco patrimonio storico e artistico che la circonda, dal Forte di Gavi al Sito Archeologico di Libarna: giovedì 8 dicembre, alle ore 15, ci sarà un tour alla scoperta del centro storico di Novi (1 euro a persona, devoluto all'Oratorio della Maddalena): il 10 dicembre, alle ore 14.30, escursione al Forte di Gavi, con biglietto ridotto a 2,5 euro; l'11 dicembre, infine, Dolci Terre porterà al Sito Archeologico di Libarna, al costo di 1 euro a persona. Per tutti i tour la prenotazione è obbligatoria entro le 12 dello stesso giorno in cui si svolge il tour, telefonando allo IAT di Novi 0143 72585 oppure scrivendo a info@distrettonovese.it. Il 9 dicembre alle ore 18.15, infine, all'Albero Ristorante Corona, il Distretto del Novese presenterà Dolci Terre d'Autore: un connubio tra enogastronomia e gialli d'autore con la scrittrice Gabriella Genisi, che presenterà il suo ultimo giallo Mare Nero.

Dolci Terre di Novi sarà aperto nel Centro Fieristico di viale dei Campionissimi, a Novi Ligure, tutti i giorni dalle ore 10 alle 21, l'ingresso è gratuito. La manifestazione ha una pagina su Facebook, in continuo aggiornamento, soprattutto in questi giorni.


Commenti