Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

Inverno nelle valli ossolane, con Treno del Gusto e Presepi sull'acqua

Le valli del Piemonte settentrionale ha sempre tante proposte turistico-culturali e l'inverno non fa eccezione. Al centro di tante offerte c'è spesso la Ferrovia Vigezzina-Centovalli, che in ogni stagione collega Domodossola alla Svizzera, attraversando i paesini della Valle Vigezzo.


Quest'inverno, l'offerta Vigezzina no limits, che permette di usare la linea ferroviaria come una sorta di metropolitana, scendendo e salendo nelle varie stazioni, si arricchisce di una nuova proposta, trasformando la Vigezzina in un Treno del Gusto. Fino al 28 febbraio 2017, si partirà da Domodossola per raggiungere San Domenico, Macugnaga e Domobianca, con le loro piste da sci, e poi,, ancora più su fino a Santa Maria Maggiore, Orcesco e la valle dei pittori. Con il biglietto Vigezzina no limits si avrà diritto a sconti e omaggi, per conoscere i sapori e le prelibatezze del territorio. Per esempio, a Domodossola, si avranno sconti nei ristoranti e nei birrifici, si potranno degustare i vini ossolani e si riceverà in omaggio il cioccolato artigianale; a Masera, si potrà pranzare a prezzi scontati nei pressi della stazione e si avranno sconti per acquistare i salumi locali, con una bottiglia di liquore in omaggio; a Santa Maria Maggiore, sconti in due ristoranti, nell'acquisto di dolci tipici, prosciutto locale e pane nero di Coimo, con degustazioni dolci e salate in omaggio. I dettagli delle offerte sono sul sito www.vigezzinacentovalli.com.


Se amate il Natale in montagna, non perdetevi, in questo periodo, i Presepi sull'acqua, nell'alta Ossola, tra Crodo e le sue frazioni. I presepi sono stati realizzati, come piccole opere d'arte, in fontane, lavatoi e rii, in paesaggi alpini invernali che li rendono ancora più suggestivi. "Ogni installazione verrà 'mantenuta in vita' per oltre un mese dai curatori, che dovranno ovviare al suo fisiologico deterioramento e provvedere al rituale quotidiano dell’accensione e spegnimento di luci e candele" spiega il comunicato stampa. Sul sito www.crodoeventi.it, tutte le informazioni sui percorsi che si possono realizzare per scoprirli e apprezzarli, con indicazioni sugli alberghi e i ristoranti del territorio; aggiornamenti anche sulla pagina Facebook.


Commenti