Photocall, la mostra più glamour al Museo Nazionale del Cinema

La mostra più glamour della stagione è al Museo Nazionale del Cinema, si intitola Photocall. Attrici e attori del cinema italiano e rende omaggio non solo ai divi del nostro cinema, ma anche ai loro fotografi, senza i quali, bisogna dirlo, non esisterebbero divismo né popolarità. Fotografie scattate sui set cinematografici, rubate dai paparazzi, fatte sui tappeti rossi dei Festival di tutto il mondo, a incarnare il sogno che il cinema è sempre stato, sin dalla sua nascita. E ci si sente un po' protagonisti all'inizio di questa mostra, quando, sotto la cupola della Mole Antonelliana, c'è un piccolo red carpet pensato per i visitatori, con la gigantografia di alcuni fotografi torinesi che accolgono i visitatori tra flash: ci si muove, ci si gira e ci si sente una star! Poi inizia il percorso espositivo, lungo la sala elicoidale che percorre la cupola. In quattro sezioni, Attrici e attori contemporanei , Dive Pop e Italian Men , Icone della rinascita e Ritratto d'

Tutti i weekend d'inverno, la grande cucina piemontese nei ristoranti

Siamo d'inverno, nella stagione in cui la cucina piemontese offre alcuni dei suoi piatti più famosi. È infatti questo il momento di assaggiare il Gran Bollito Misto, il Fritto Misto alla Piemontese, la Finanziera e il piatto più famoso di tutti, la Bagna Caoda.

 

Sono piatti a base di carne (a eccezione della Bagna Caoda), nati dalla cucina contadina e poi diventati parte della grande tradizione piemontese. Il bollito misto mescola vari tipi di carne, bolliti insieme a ortaggi come patate, carote, cipolle, e poi accompagnati da varie salse, come la salsa verde o la salsa rubra. La Finanziera è un piatto povero, basato sulle frattaglie, che la tradizione vuole molto amato dai finanzieri e di qui il suo nome; il Fritto Misto alla Piemontese unisce vari tipi di carne e frattaglie con il semolino e la frutta in un fritto dai sapori contrastanti. La Bagna Caoda, il piatto che forse identifica di più la cucina piemontese al di fuori dei suoi confini, è una salsa a base di aglio, acciughe e olio in cui si intingono le verdure di stagione.

Vi è venuta voglia di assaggiare questi piatti della gastronomia tradizionale? Potete farlo a Torino e in provincia tutti i weekend, da dicembre a marzo, nei ristoranti selezionati da Turismo Torino, con la garanzia dei prodotti di qualità e della realizzazione delle ricette tradizionali.

Sul sito ufficiale di Turismo Torino, trovate l'elenco dei locali selezionati e i piatti che cucinano, con tutti i recapiti per le informazioni e le eventuali prenotazioni (sono comode brochure in pdf, che potete anche scaricare).


Commenti