Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Nel 2018, Torino ospiterà il Congresso di restauratori e conservatori

Dal 10 al 14 settembre 2018, Torino ospiterà il 27° Congresso dell'International Institute for Conservation of Historic and Artistic Works, che ha cadenza biennale e che quest'anno si terrà a Los Angeles. Per Torino un appuntamento di grande prestigio, a cui si sta iniziando a lavorare in questi giorni: nel 2018 arriveranno in città ben oltre 500 professionisti del restauro e della conservazione dei beni culturali. Dunque, non solo dovrà essere all'altezza l'accoglienza turistica, ma anche la proposta culturale della città in quei giorni. Torino è infatti stata scelta per il Congresso perché ospita importanti realtà nel campo del restauro, basti pensare al Centro della Conservazione e Restauro della Venaria Reale, che collabora con Musei ed Enti Culturali di tutto il mondo, e perché ha un patrimonio storico, architettonico e culturale apprezzato a livello internazionale.

All'organizzazione dell'appuntamento partecipano, insieme alla Città di Torino, anche la Regione Piemonte, Turismo Torino, IIC Italia, Fondazione Conservazione e Restauro della Venaria Reale, Camera di Commercio di Torino, Compagnia di San Paolo, Unione Industriale, Politecnico di Torino, Musei Reali Torino e Fondazione Torino Musei. Tra i luoghi che ospiteranno il Congresso anche residenze sabaude come Palazzo Reale, Palazzo Madama e Reggia di Venaria Reale. Per la Città, una grande occasione per far conoscere le sue eccellenze a centinaia di esperti provenienti da tutto il mondo, come ha sottolineato l'assessore alla Cultura Francesca Leon in un comunicato stampa: "Il congresso costituirà una vetrina internazionale molto importante per la rilevanza dei temi in agenda, per il livello dei partecipanti che giungeranno da diversi Paesi, per la possibilità di far conoscere e valorizzare gli interventi a tutela dei beni architettonici realizzati nella nostra città e, al contempo, offrirà l'occasione di mostrare a un pubblico di esperti in materia quanto ricco è il patrimonio culturale di Torino e del Piemonte".


Commenti