Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

Tre serate di letture per ricordare Primo Levi al grattacielo Intesa Sanpaolo

Nel trentennale dalla morte di Primo Levi, nell'Auditorium del suo grattacielo, Intesa Sanpaolo organizza Trent'anni dopo. Primo Levi e le sue storie, un ciclo di letture a lui dedicate e curate da Giulia Cogoli, con la partecipazione di Gioele Dix, Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni. I tre attori leggeranno alcuni brani dall'opera dello scrittore torinese, seguendo una tematica per ognuna delle tre serate programmate. Auschwitz è il titolo della lettura di Gioele Dix: "Il suo viaggio di deportazione, l’anno di prigionia in Auschwitz, il lungo ritorno a Torino attraverso un'Europa sconvolta dalla guerra" spiega il comunicato stampa. Sonia Bergamasco scoprirà le invenzioni di Levi "come narratore di talento: i suoi racconti ispirati a una peculiare fantascienza o fanta-biologia o fanta-tecnologia, le sue poesie dal linguaggio ricco e arguto, chiare come cristalli e costruite a loro volta come racconti". Fabrizio Gifuni chiuderà il ciclo con letture dedicate ai mestieri, cioè alla "passione che Levi testimoniò per il proprio mestiere di chimico e per l'avventura del lavoro in generale".

Le tre serate si terranno per tre giovedì, dal 1° al 16 marzo 2017 alle ore 21. L'ingresso è gratuito, su prenotazione, alcuni giorni prima dell'evento, sul sito www.grattacielointesasanpaolo.com, nella sezione Eventi e News (oggi, 22 febbraio aprono le prenotazioni alla serata del 1° marzo, con Gioele Dix). Questo è il calendario del ciclo:

1° marzo 2017
Gioele Dix legge Primo Levi: Auschwitz
Introducono Marco Belpoliti e Domenico Scarpa

9 marzo 2017
Sonia Bergamasco legge Primo Levi: invenzioni
Introduce Marco Belpoliti

16 marzo 2017
Fabrizio Gifuni legge Primo Levi: mestieri
Introduce Domenico Scarpa


Commenti