Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

L'impossibilità di essere normali: la Settimana del Cervello al Circolo dei Lettori

Nella Settimana del Cervello (13-19 marzo 2017), al Circolo dei Lettori (via Bogino 9), ci sarà un ciclo di incontri, intitolato L'impossibilità di essere normali. La normalità è strettamente associata al cervello, al comportamento che teniamo in base alle possibilità che esso ci offre. Ma che cosa è normale e cosa è deviante? Al Circolo se ne discute in cinque incontri, dal 13 al 17 marzo 2017, affrontando temi come la neuropsichiatria infantile, le psicosi, l'uso dei farmaci, la coscienza corporea, i disturbi della personalità. Gli incontri sono tutti a ingresso libero e questo è il calendario:

13 marzo 2017, ore 18
Lo sviluppo del cervello: la complessità della normalità
con Ferdinando Di Cunto, Istituto di Neuroscienze Cavalieri Ottolenghi – NICO e Benedetto Vitiello, Clinica neuropsichiatrica infantile Università di Torino
Un neuropsichiatra infantile incontra un neurobiologo per confrontarsi su come lo sviluppo del cervello possa influenzare il comportamento nell'adolescente e nell'adulto

14 marzo 2017, ore 21
Schizofrenia e psicosi
con Paola Rocca, dipartimento di Neuroscienze Rita Levi Montalcini Università di Torino
La schizofrenia colpisce l'abilità di pensare, sentire ed esprimere emozioni, comprendere le situazioni sociali, avere rapporti interpersonali normali, interpretare il passato e pianificare il futuro.

15 marzo 2017, ore 18.30
Senza limiti: il potenziamento farmacologico
con Michele Simonato, docente di Farmacologia e Tossicologia Università Vita-Salute San Raffaele di Milano
Alcuni farmaci possono aumentare l’attenzione e la performance mentale.Aumentano le potenzialità e il concetto di normalità, o portano all'anormalità? Quali sono i rischi?

16 marzo 2017, ore 18
Di chi sono queste mani?Neuroscienze e bizzarrie del sé corporeo
con Annamaria Berti, dipartimento di Psicologia Università di Torino
Studi su pazienti affetti da un disturbo della consapevolezza corporea, che fa considerare come proprio il braccio di un altro e come altrui il proprio, dimostrano come essa si costruisce con un processo complesso

17 marzo 2017, ore 18
La personalità e i suoi disturbi: dov'è il confine con la normalità?
Con Alessandro Zennaro, dipartimento di Psicologia Università di Torino
I disturbi della personalità sono difficili da definire, comprendere, distinguere dalla normalità e quindi curare.


Commenti