I vincitori del Photo Contest La Venaria Reale 2021

La IV edizione del Photo Contest La Venaria Reale, che permette agli iscritti di muoversi nella Reggia e nel suo complesso (e quest'anno anche nell'adiacente Castello della Mandria) con poche limitazioni, per fotografare i suoi luoghi secondo la propria sensibilità e i propri gusti, è stata un successo. I 200 posti sono stati raggiunti in solo 39 secondi dall'apertura delle iscrizioni, per darvi un'idea di quanto la manifestazione sia ormai un punto fermo per gli appassionati e quanto fotografare la residenza sabauda sia un obiettivo ambito. Le foto vincitrici del 1° Premio del concorso (sin) e del 2°, firmte rispettivamente da Riccardo Bussano e Luca Prin Svoltasi tra giugno e luglio, la competizione ha adesso i suoi vincitori, che si sono aggiudicati premi per un valore totale di 2000 euro (e finalmente si parla di premi in denaro). La Giuria, composta da Guido Curto, Direttore Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, in qualità di esperto di museologia, Massimo

Torino prima città italiana con rete 5G

Torino sarà la prima città italiana dotata di rete 5G e sarà parte della prima rete paneuropea di città interconnesse 5G. L'annuncio arriva dal Comune di Torino e da TIM, che hanno sottoscritto un accordo nei giorni scorsi per i primi passi della nuova rete. Cos'è la tecnologia 5G? È l'ultima frontiera della telefonia mobile, quella che promette velocità da 100 a 1000 volte superiori di quelle adesso esistenti e che renderà il sistema di comunicazione ancora più efficiente. Non sono ancora stati definiti gli standard del suo uso e probabilmente, terminata la fase di sperimentazione, arriverà al grande pubblico a partire dal 2020, ma, per darvi un'idea, permetterà di scaricare un film in pochi secondi.

Secondo gli accordi raggiunti con il Comune, TIM installerà già entro quest'anno un centinaio di smart cell nelle principali vie e piazze torinesi (via Roma, via Po, via Garibaldi, via Lagrange, piazza Vittorio Veneto, Quadrilatero Romano, Politecnico e Università di Torino), quindi, a partire dal 2018, inizierà la sperimentazione della tecnologia 5G, in modo da "dare impulso alla realizzazione di una rete mobile di nuova generazione, a conferma dell'impegno dell'azienda nell'innovazione mobile, ruolo che esercita anche a livello mondiale contribuendo alla definizione dello standard 5G. Il progetto 'Torino 5G' prevede l'estensione progressiva sul territorio urbano comunale della nuova infrastruttura a banda ultralarga mobile con l'obiettivo di coprire l'intera città entro il 2020". I primi a provare gli effetti della banda ultralarga saranno 3mila utenze, che usufruiranno anche dei servizi sperimentali messi a disposizione dal Comune in questa fase.

Al di là della soddisfazione e dell'orgoglio per essere ancora una volta la città della sperimentazione, il laboratorio d'Italia, quali i vantaggi per Torino? Lo spiega ancora il comunicato stampa diffuso dal Comune: "TIM potrà fornire alla città di Torino i servizi di nuova generazione legati alla Smart City, come quelli relativi alla pubblica sicurezza, alla gestione delle flotte di mezzi pubblici ed erogazione di servizi informativi ad esse connessi, oltre che soluzioni di telesorveglianza in ampie zone del territorio cittadino, di realtà virtuale a supporto del turismo e, attraverso l'introduzione di tecnologie 5G nei processi produttivi dell'industria manifatturiera, anche nuovi servizi per sviluppare l'industria 4.0 sul territorio torinese". L'innovazione in tanti settori della vita cittadina è evidente: l'alta velocità della nuova tecnologia introdurrà cambiamenti nell'economia e nella vita cittadina, facendo di Torino un luogo di sperimentazione di futuri stili di vita.


Commenti